Abi, firmato protocollo per la raccolta, l’archiviazione e l’utilizzo di dati e informazioni per le valutazioni immobiliari

Abi Logo BuonoOffrire maggiore trasparenza e correttezza nelle valutazioni immobiliari, finalizzata a una più efficiente attività di erogazione creditizia ai mutuatari.

È questo l’obiettivo primario del “Protocollo d’intesa per la raccolta, l’archiviazione e l’utilizzo di dati e informazioni per le valutazioni immobiliari” firmato tra Abi, Tecnoborsa, Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali, Collegio Nazionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati, Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori, Consiglio Nazionale Geometri e Geometri laureati, Consiglio Nazionale degli Ingegneri, Collegio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari laureati, Consiglio Nazionale dei Periti Industriali e dei Periti Industriali laureati, Consiglio Nazionale dei Geologi.

Punto di partenza le Linee Guida Abi per la valutazione degli immobili in garanzia delle esposizioni creditizie finalizzate ad introdurre principi per l’esecuzione di perizie improntate a criteri di massima trasparenza, certezza ed economicità – anche mediante la considerazione delle caratteristiche energetiche e di sicurezza sismica e idrogeologica degli edifici, nonché delle aree verdi di pertinenza degli stessi – per concorrere a modernizzare il mercato italiano del credito ipotecario, rendendolo più efficiente, dinamico ed integrato a livello Europeo.

Pertanto, attraverso l’intesa con gli Ordini professionali interessati sarà possibile:

–      creare una piattaforma informativa  che – nel pieno rispetto della normativa sulla privacy – favorisca la raccolta, l’archiviazione e lo scambio di dati sulle caratteristiche degli immobili tra valutatori e soggetti finanziatori basato sui principi di trasparenza e reciprocità al fine di massimizzare la correttezza della valutazione degli immobili;

–      definire modalità di utilizzo e adesione della piattaforma informativa basata su criteri di volontarietà, massima concorrenza e professionalità;

–      coinvolgere le migliori competenze pubbliche e private, ciascuna per quanto di sua competenza, per la realizzazione degli obiettivi del presente Protocollo.

Abi, firmato protocollo per la raccolta, l’archiviazione e l’utilizzo di dati e informazioni per le valutazioni immobiliari ultima modifica: 2013-12-17T10:53:59+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA