Angeletti, Fimaa: “Bene il fondo di garanzia ma c’è disinteresse per mediatori creditizi e agenti immobiliari”

Fimaa Logo“Bene il via al nuovo Fondo di garanzia per la casa da 650 milioni di euro reso definitivo ieri dopo la firma del protocollo d’intesa tra il dipartimento del Tesoro e l’Abi. Si tratta di uno strumento di accesso al credito per l’acquisto o ristrutturazione ai fini di efficienza energetica della prima casa, a vantaggio delle categorie deboli, che potrebbe dare impulso all’erogazione dei mutui e rilanciare il settore immobiliare che, dall’inizio della crisi, conta ormai centinaia di agenzie chiuse”. Così Valerio Angeletti, presidente nazionale della Fimaa, Federazione italiana mediatori agenti d’affari ha commentato l’ok al Fondo di garanzia per la casa previsto dal decreto interministeriale del 31 luglio 2014, entrato in vigore con la pubblicazione in Gazzetta il 29 settembre scorso, e reso definitivo ieri dopo la firma del protocollo d’intesa fra Tesoro e Abi che ne disciplina l’accesso ai fondi statali.

“Purtroppo però – ha aggiunto Angeletti – dobbiamo constatare che il decreto che regola il Fondo passa solo attraverso il canale delle banche, escludendo quello fondamentale dei mediatori creditizi, i consulenti del credito che mettono in contatto i clienti con gli istituti bancari alla ricerca dell’offerta che meglio risponde alle esigenze e al profilo del cliente-consumatore. I mediatori creditizi , forti del loro ruolo di terzietà tra le parti, avrebbero potuto dare effettiva applicazione al Fondo attraverso la sua promozione tra i clienti stessi, facilitando così l’erogazione dei mutui e la ripresa delle compravendite di immobili destinati a prima abitazione. E ciò non avrebbe fatto altro che produrre occasioni di lavoro anche per gli Agenti immobiliari, dando slancio all’intero indotto del comparto immobiliare. Non avere previsto la figura del mediatore del credito all’interno del decreto rappresenta, dunque, una grave lacuna che prova il disinteresse delle Istituzioni verso le categorie dei Mediatori creditizi e degli agenti immobiliari”.

Angeletti, Fimaa: “Bene il fondo di garanzia ma c’è disinteresse per mediatori creditizi e agenti immobiliari” ultima modifica: 2014-10-10T16:49:14+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA