Angeletti, Fimaa: “Bene proposta Renzi su tassa unica per la casa”

Valerio Angeletti

Valerio Angeletti, presidente nazionale della Fimaa

“Siamo soddisfatti dell’ipotesi del Premier Renzi di arrivare nel 2015 ad una sola imposta comunale sugli immobili al posto delle attuali Imu e Tasi. In questo modo si porrà fine alla confusione scaturita dal ‘pasticciaccio’ Iuc, che sta gravando pesantemente su cittadini e imprese”. Così Valerio Angeletti, presidente nazionale Fimaa-Confcommercio, Federazione italiana mediatori agenti d’affari, ha commentato le dichiarazioni del presidente del consiglio Matteo Renzi sullo studio di una tassa unica sulla casa, con cui i cittadini contribuiranno al funzionamento dei servizi locali e che sarà l’unica imposta da pagare per immobili, strade, asili, giardini e servizi.

“Fare chiarezza, semplificando con una tassa sulla casa unica e secca – ha aggiunto il numero uno della Fimaa – vuol dire mettere ordine, ma per dare ossigeno al mercato immobiliare più che una cura, visto il numero vertiginoso di agenzie che chiudono i battenti, serve uno choc. E questo non può avvenire se oltre alla semplificazione sulle imposte per gli immobili, che devono essere eque per ridurre le situazioni di disagio sociale delle famiglie meno abbienti, non si avvii una forte riduzione della pressione fiscale sul mattone. È indecente che i cittadini vessati dal peso eccessivo delle tasse siano costretti a dar indietro allo Stato gli immobili ricevuti per eredità o per donazione, o scoperchino i capannoni sfitti o inutilizzati per evitare di pagare l’increscioso balzello dell’Imu. Come per i proprietari di abitazioni diverse da quella principale, infatti, chi fa impresa quest’anno dovrà fare i conti con il mix micidiale di Imu e Tasi che comporterà aumenti rispetto alla vecchia Ici che si aggirano tra il 100 e il 200 per cento”.

Angeletti, Fimaa: “Bene proposta Renzi su tassa unica per la casa” ultima modifica: 2014-10-08T11:50:13+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA