Banca d’Italia, entro fine anno pronti quattro nuovi collegi dell’Abf

Arbitro Bancario Finanziario LogoEntro la fine dell’anno la Banca d’Italia istituirà quattro nuovi collegi dell’Arbitro bancario finanziario, che opereranno presso le sedi di Bari, Bologna, Palermo e Torino, affiancandosi ai tre già operanti a Milano, Napoli e Roma.

Palazzo Koch ha avviato la procedura per la nomina dei componenti dei nuovi Collegi Abf di  designazione della Banca d’Italia. Possono esprimere la manifestazione di interesse coloro che sono in possesso dei requisiti di esperienza, professionalità, integrità e indipendenza previsti dalle disposizioni sui sistemi di risoluzione stragiudiziale delle controversie in materia di operazioni e servizi bancari e finanziari. La durata dell’incarico è di tre anni; il mandato è rinnovabile.

L’incarico richiede un impegno attivo e costante, anche in relazione ai crescenti volumi di attività raggiunti dall’Abf (nel 2015, 13.500 ricorsi) e alla sostenuta attività decisoria dei collegi (nello scorso anno, 10.450 decisioni, 195 riunioni, in media 54 ricorsi decisi per riunione). Si richiede pertanto di valutare preventivamente e con attenzione, tenendo anche conto delle località di insediamento dei quattro collegi, la sostenibilità dell’impegno richiesto in relazione al numero e alla gravosità degli altri incarichi eventualmente ricoperti. Rispetto agli stessi, va inoltre attentamente valutata la sussistenza di eventuali situazioni di incompatibilità o di conflitto d’interesse.

Le manifestazioni di interesse andranno presentate, unitamente a un curriculum vitae aggiornato in formato europeo e a una fotocopia di un documento di riconoscimento in corso di validità, entro le ore 18 del 9 settembre 2016 (ora italiana) alla casella di posta elettronica [email protected]. Dovrà essere indicato un ordine di preferenza delle nuove sedi dell’Abf. In subordine, potrà essere indicata anche la disponibilità per le Sedi di Milano, Napoli e Roma, nel caso dovessero emergere esigenze anche presso gli attuali collegi.

La scelta dei candidati  ai quali  conferire l’incarico è rimessa esclusivamente alla Banca d’Italia. Il presente avviso non costituisce una procedura concorsuale ma un mezzo per acquisire le manifestazioni di interesse. La Banca d’Italia si riserva pertanto di procedere alla designazione e nomina dei componenti sulla base della propria discrezionalità, previo colloquio conoscitivo con i candidati che presenteranno un curriculum di maggiore interesse per le funzioni dell’Abf.

Banca d’Italia, entro fine anno pronti quattro nuovi collegi dell’Abf ultima modifica: 2016-08-02T11:11:48+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA