Banca Generali, l’assemblea degli azionisti approva il bilancio 2015 e un dividendo di 1,20 euro per azione

Banca Generali LogoSi è riunita oggi l’assemblea degli azionisti di Banca Generali.

In sede ordinaria l’assemblea:

  • ha approvato il bilancio individuale dell’esercizio 2015 che si è chiuso con un utile netto di 184,3 milioni (167,5 milioni nel 2014). A livello consolidato, l’utile netto si è attestato a 203,6 milioni (160,9 milioni nel 2014);
  • ha stabilito di distribuire un dividendo unitario di 1,20 euro per ciascuna azione (0,98 per azione nel 2014) per un ammontare complessivo di 139,2 milioni. Il dividendo sarà messo in pagamento in data 25 maggio 2016, con stacco della cedola n. 10 in data 23 maggio 2016, la data di legittimazione a percepire il dividendo sarà il 24 maggio 2016.
  • ha approvato la politica della Società e del Gruppo in materia di remunerazioni e incentivazioni e preso atto del resoconto relativo all’attuazione nell’esercizio 2015 della politica approvata dall’Assemblea degli azionisti del 23 aprile 2015;
  • ha approvato la proposta di innalzamento a 2:1 del rapporto tra componente variabile e fissa della Remunerazione per un numero limitato di figure specificatamente individuate, come individuato nella Politica in materia di remunerazione e incentivazione;
  • ha autorizzato l’acquisto di 67.051 azioni proprie e il compimento di atti dispositivi sulle stesse, al fine di dare attuazione alle politiche in materia di  remunerazione e incentivazione;
  • ha nominato sindaci supplenti i signori Maria Maddalena Gnudi (primo candidato della lista presentata da Assicurazioni Generali) e Carlo Delladio (primo e unico candidato della lista presentata sotto l’egida di Assogestioni). I nominati Sindaci supplenti rimarranno in carica fino all’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2017.

Leggi il comunicato

Banca Generali, l’assemblea degli azionisti approva il bilancio 2015 e un dividendo di 1,20 euro per azione ultima modifica: 2016-04-21T19:42:56+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA