Banca Regionale Europea, proventi operativi giù dell’1,8% nel terzo trimestre

Banca Regionale Europea LogoIl consiglio di amministrazione della Banca Regionale Europea ha approvato i risultati al 30 settembre 2013. Con riferimento al conto economico, spiega una nota, i proventi operativi si attestano a 240 milioni di euro (-1,8% rispetto a settembre 2012), risentendo principalmente della contrazione del margine di interesse (-10%) correlato al calo dell’Euribor 3 mesi da 0,77% (media primi nove mesi del 2012) a 0,21% (media stesso periodo 20131). Gli oneri operativi risultano pari a 164 milioni di euro (-7,6% rispetto al terzo trimestre 2012) mentre il risultato della gestione operativa a fine settembre 2013 risulta essere di 76,16 milioni di euro (+13,5% rispetto a settembre 2012).

Il costo del credito risulta di 41,77 milioni di euro e si attesta su base annua allo 0,62% in calo rispetto al dato del settembre 2012 che era pari allo 0,71%. L’utile dell’operatività corrente al lordo delle imposte ammonta a 33,4 milioni di euro (+110,4% su settembre 2012). L’utile netto normalizzato è pari a 16,302 milioni di euro (+308,9% rispetto allo stesso periodo del 2012) mentre l’utile netto del periodo è di 14,542 milioni di euro (+189,9% su settembre 2012). Tale importo risente, come nella precedente relazione semestrale riferita al 30 giugno 2013, della costituzione di un fondo rischio oneri e dell’azzeramento del valore della partecipazione nella GEC Spa, in seguito alle negative vicende che hanno coinvolto tale società. I dati 2012, per un corretto confronto, risultano proformizzati a seguito dell’incorporazione del Banco di San Giorgio.

L’indicatore patrimoniale Tier 1 Capital Ratio (rapporto tra il patrimonio di base e il totale delle attività ponderate per il rischio) si è attestato al 27,17% in crescita da inizio anno ed in particolare rispetto al dato di fine giugno 2013 pari a 26,62%. Cresce anche il Total Capital Ratio dal 26,35% di giugno 2013 al 26,89% di settembre 2013. Entrambi gli indicatori risultano essere al di sopra degli standard dettati dagli organismi nazionali e internazionali e testimoniano la solidità che da sempre contraddistingue la Banca.

Al 30 settembre 2013 gli impieghi alla clientela, al lordo delle rettifiche, risultano essere pari a 9,36 miliardi di euro, in calo dell’1,63% rispetto al dicembre 2012; mentre gli impieghi al netto delle rettifiche ammontano a 9,02 miliardi di euro. Il dato si dimostra superiore rispetto al Sistema che registra un -3,34% (²). Più nel dettaglio, analizzando i crediti al lordo delle rettifiche, l’aggregato evidenzia un calo del 2,30% nei confronti delle imprese, una diminuzione pari al 4,53% degli enti e degli istituzionali ed un lieve incremento dello 0,26% a favore dei privati.

La raccolta diretta allargata, che prende in considerazione la raccolta di Banca Regionale Europea e di UBI Banca, segna un incremento dello 0,64% dall’inizio dell’anno in corso attestandosi a 7,6 miliardi di euro.

Nell’ambito dell’aggregato, la raccolta diretta da clientela risulta pari a 6,24 miliardi di euro e così suddivisa: 4,62 miliardi di euro relativi a conti correnti, depositi liberi e vincolati (-4,22% rispetto a dicembre 2012) e 1,62 miliardi di euro di obbligazioni (-24,3% su dicembre 2012). Il negativo andamento di quest’ultima voce (-522 milioni di euro), evidenzia la messa a regime della policy del Gruppo UBI Banca che prevede l’accentramento dell’attività di emissione dei prestiti obbligazionari presso la Capo Gruppo stessa. Infatti, lo stock di tali emissioni è cresciuto da 0,67 a 1,3 miliardi di euro, l’89,4% in più rispetto a dicembre 2012.

La raccolta indiretta, in termini di mercati commerciali, ammonta, ai valori di mercato, a 8,72 miliardi di euro in aumento dell’8,1% dal dicembre 2012.

Infine, il totale mezzi amministrati da clientela, in termini di mercati commerciali, risulta pari a 14,96 miliardi di euro, in lieve riduzione dello 0,48% rispetto a dicembre 2012.

Al 30 settembre 2013 l’organico della Banca Regionale Europea comprende 1.804 persone impegnate in 259 unità operative (205 in Piemonte, 48 in Liguria, 1 in Valle d’Aosta, 1 in Toscana, 1 a Milano, 3 in Costa Azzurra), oltre che in 7 Direzioni Territoriali, 7 Private & Corporate Unity e presso la Direzione Generale di Torino.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi il comunicato

Banca Regionale Europea, proventi operativi giù dell’1,8% nel terzo trimestre ultima modifica: 2013-11-12T13:40:52+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA