Banche Europee, per Nomura le prospettive sono buone. Specie per Italia e Grecia

Nomura LogoLa fragile ripresa economica che interessa l’Europa potrebbe incidere sul miglioramento della qualità degli attivi delle banche del Vecchio Continente. Al tempo stesso è molto probabile che nei prossimi mesi possa proseguire la dinamica di riduzione delle rettifiche sui crediti. È quanto sostiene un report appena pubblicato da Nomura.

Tra i Paesi dell’Europa Meridionale, sostengono gli analisti della società, quelli che offrono maggiori opportunità sono Italia e Grecia. In particolare Unicredit e Ubi Banca rimangono due titoli su cui viene confermata la raccomandazione key buy, ma gli esperti della banca d’affari hanno segnalato diversi cambiamenti di rating: sul titolo Banca Popolare di Milano la raccomandazione passa a buy con un nuovo prezzo obiettivo da 0,5 euro a 0,7 euro, mentre sul Banco Popolare la raccomandazione passa da buy a neutral, con un nuovo target price da 16 euro a 13,4 euro.

La National Bank of Greece ora viene raccomandata con buy (da reduce) e il nuovo prezzo obiettivo è 2,9 euro, mentre la raccomandazione per banca Piraeus passa da neutral a reduce con un target price invariato a 1,5 euro.

Nomura ha sottolineato che anche se i prestiti non performing sono in continuo aumento in Italia e in Grecia, a fronte di un tasso di deterioramento in rallentamento, il deterioramento della qualità dell’attivo sembra aver raggiunto il picco in Spagna e Portogallo.

Banche Europee, per Nomura le prospettive sono buone. Specie per Italia e Grecia ultima modifica: 2014-06-03T20:23:27+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA