BankItalia, commissariata la Banca di Rimini Credito Cooperativo

In data 2 ottobre, con l’insediamento degli organi straordinari nominati dalla Banca d’Italia, è stata avviata la procedura di amministrazione straordinaria della Banca di Rimini Credito Cooperativo Società Cooperativa S.p.A., con sede legale in Rimini.

La procedura è stata disposta con decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze del 15 settembre 2009, su proposta della Banca d’Italia, ai sensi dell’art. 70, comma 1, lett. a), del Testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia.

Il provvedimento è stato assunto a seguito di accertamenti ispettivi condotti dalla Banca d’Italia, che hanno posto in luce la sussistenza di gravi irregolarità e gravi violazioni normative; le anomalie riguardano l’assetto organizzativo e gestionale e il sistema dei controlli interni.

Con provvedimento della Banca d’Italia del 30 settembre 2009, sono stati nominati, quali Commissari straordinari, Mirella Bompadre e Giancarlo Vivaldi, e, quali componenti il Comitato di Sorveglianza, Fabrizio Mancinelli, Giuseppe Perini e Lanfranco Tonini.

Gli Organi straordinari assicurano la gestione della banca, in sostituzione degli amministratori e dei sindaci, con il compito di regolarizzare la situazione aziendale. Essi operano sotto la
supervisione della Banca d’Italia.
La “Rimini” banca prosegue normalmente la propria attività.

vis: 278

BankItalia, commissariata la Banca di Rimini Credito Cooperativo ultima modifica: 2009-10-05T17:18:46+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA