Bper chiude il 2015 con 219,2 milioni di utili

Bper LogoIl consiglio di amministrazione di Bper Banca ha esaminato e approvato i risultati individuali della banca e consolidati di gruppo al 31 dicembre 2015.

Ecco le principali evidenze:

Utile netto complessivo del periodo pari a 219,2 milioni (29,8 milioni del 2014) associato a un approccio di ulteriore prudenza nelle politiche di accantonamento con un significativo incremento del coverage ratio passato al 44,2% dal 40,7% di fine 2014; il risultato conseguito è in forte crescita rispetto al 2014 anche al netto delle poste non ricorrenti.

Proposta di un dividendo di 10 centesimi per azione (2 centesimi nel 2014) per la Capogruppo Bper Banca.

Commissioni nette in rilevante incremento nell’esercizio (+5,2%) che compensano in buona parte la diminuzione su base annua del margine di interesse (-5%), che peraltro evidenzia una leggera crescita rispetto al trimestre precedente (+0,3%).

Procede l’attività di efficientamento dei costi confermata dal calo degli oneri del personale e delle spese amministrative (su base omogenea rispetto al 2014 rispettivamente -1,4% e -0,9%).

Continua il trend di  miglioramento dell’asset quality:

–           Flussi in ingresso a sofferenze e ad inadempienze probabili in forte riduzione rispetto allo scorso anno (rispettivamente -30,8% e -41,3%)

–           Rettifiche nette su crediti in calo del 13,2% su base annua pur a fronte di un significativo incremento del coverage ratio dei crediti deteriorati e delle sofferenze rispettivamente pari al 44,2% e al 58,2% (+356 bps e +161 bps da fine 2014) tra i più elevati nel confronto con i diretti competitors

–           Crediti deteriorati netti in calo del 3,6% rispetto a settembre 2015 e del 2,6% da fine 2014, primo importante segnale di inversione del trend dall’inizio della crisi.

Impieghi lordi in aumento sia rispetto a settembre 2015 (+1,0%) che a fine 2014 (+0,7%) a conferma di una ripresa dell’attività di finanziamento alla clientela dopo circa due anni di cali consecutivi, con evidenza di un forte incremento delle nuove erogazioni superiori al 50% su base annua.

Solida posizione patrimoniale con un CET1 ratio  Fully Phased pari all’11,2% (11,5% Phased in) ampiamente superiore ai requisiti minimi richiesti dallo “SREP” pari al 9,25%, senza considerare gli effetti della validazione dei modelli interni.

Leverage ratio Basilea 3  Fully Phased pari al 6,9% (7,1% Phased in) tra i migliori del sistema ed indici di liquidità Lcr e Nsfr ampiamente superiori al 100%.

Leggi il comunicato

Bper chiude il 2015 con 219,2 milioni di utili ultima modifica: 2016-02-12T09:05:20+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA