Camera di commercio, banche e confidi in soccorso delle imprese pesaresi

Il protocollo, si legge nell’articolo, sarà recepito dai singoli istituti di credito entro il 28 febbraio. Entro la prima decade di marzo l’accordo dovrebbe poi divenire operativo. “Il protocollo – ha spiegato il presidente della Camera di commercio, Alberto Drudi – ha un consistente valore sia sostanziale sia psicologico a favore delle nostre imprese, che avvertono la vicinanza delle istituzioni e dell’intero sistema economico nella nostra provincia”.

L’accordo fa riferimento a di finanziamenti assistiti dalla garanzia dei confidi. Ogni istituto di credito aderente costituirà un plafond di almeno un milione per esigenze di liquidità, acquisti, attrezzature e scorte. Il tempo di rientro, spiega ancora il giornale, oscillerà fra 5 e 7 anni con un tasso applicato pari all’euribor più 6%, salvo accordi più favorevoli già praticati. L’istruttoria e più rapida e a costi più contenuti rispetto ai normali standard, comunque non superiori all’1% del finanziamento richiesto. I Confidi si impegneranno a intervenire con una garanzia pari al 50% del finanziamento concesso. Anche in questo caso i tempi dell’istruttoria sono più rapidi e i costi più contenuti (riduzione dello 0,50% sulla percentuale applicata di norma).

In questo conteso la Camera di commercio sarà chiamata a fornire ulteriori garanzie patrimoniali, di primo e di secondo livello, a favore dei Confidi. Il protocollo d’intesa vale per il 2013, ma è prevista la possibilità di confermarlo per l’anno successivo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Camera di commercio, banche e confidi in soccorso delle imprese pesaresi ultima modifica: 2013-02-13T16:12:25+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA