Capitalfin, al via la nuova iniziativa “La fedeltà che ti premia!”

Capitalfin LogoAi nastri di partenza l’operazione “La Fedeltà che ti premia!” di Capitalfin s.p.a., che riconosce l’operato degli agenti nello sviluppo della produzione societaria.

La promozione, in base a uno studio effettuato a campione dall’area commerciale, ha stimolato sin dall’inizio le agenzie, tanto da predisporre e organizzare, da parte di alcune, azioni congiunte di marketing e comunicazione per fidelizzare i clienti che già hanno avuto l’occasione di sperimentare la professionalità offerta.

L’approccio di Capitalfin tiene conto di un mercato fortemente cambiato, molto più selettivo e meritocratico, dove il cliente non è più una semplice “figura tramite” tra agente ed intermediario, ma un’unità su cui si concentrano servizi e attività finalizzati all’operazione di finanziamento. Questa metodologia, pertanto, qualifica la relazione tra cliente e agente trasformando valutazione, acquisizione ed erogazione in veri e propri processi condivisi, con la partecipazione attiva del cliente. In più, in questo modo, si rende il rapporto tra cliente e agente “continuativo” e non semplicemente collegato all’operazione finanziaria del momento.

Concretamente, la nuova iniziativa aiuterà gli agenti a:

·         Rendere tangibile e percepita l’attività di intermediazione nei confronti del cliente

·         Valorizzare la figura professionale dell’agente

·         Qualificare la clientela attraverso lo sviluppo dell’incarico di ricerca

·         Avere sempre strumenti operativi innovativi e riconosciuti

·         Rendere continuativi i rapporti con i clienti

In questa maniera l’agenzia potrà ottenere:

·         Più clienti

·         Più professionalità percepita

·         Più fidelizzazione

·         Più passaparola

La società diffonderà nelle prossime settimane, secondo i consueti canali informativi, tutte le informazioni e istruzioni per l’attuazione della nuova iniziativa.

Capitalfin, al via la nuova iniziativa “La fedeltà che ti premia!” ultima modifica: 2015-10-29T17:21:59+00:00 da Pubbliredazionale

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA