Cattolica Assicurazioni, utile netto consolidato in crescita del 20,5% al 30 settembre

Cattolica Assicurazioni LogoI primi nove mesi dell’anno hanno evidenziato per il Gruppo Cattolica una crescita dell’utile netto consolidato, pari a 100 milioni, in progresso del 20,5% rispetto agli 83 milioni dello stesso periodo del 2014. Anche l’utile netto di gruppo, pari a 84 milioni, segna un incremento del 18,3% rispetto ai 71 milioni di settembre 2014.

I risultati in decisa crescita, spiega una nota, tengono anche conto di svalutazioni su investimenti in portafoglio, attinenti principalmente a partecipazioni bancarie, per circa 30 milioni, di cui circa 12 milioni nel terzo trimestre.

La raccolta premi complessiva del lavoro diretto ed indiretto danni e vita ha raggiunto i 4.230 milioni, in aumento dell’1,1% rispetto ai 4.182 milioni al 30 settembre 2014.

Gestione Danni
La raccolta premi del lavoro diretto passa da 1.246 milioni al 30 settembre 2014 a 1.423 milioni a fine settembre 2015 (+14,2%) e tiene conto della raccolta di Fata Assicurazioni, entrata nel Gruppo nel giugno 2014. Nel comparto auto si registra una raccolta pari a 812 milioni, in aumento dell’8,4% rispetto al 30 settembre 2014. Anche il Gruppo risente del calo del premio medio generalizzato sul mercato e pur mantenendo attente politiche assuntive, incrementa il numero di clienti (vendute da inizio anno oltre 88 mila nuove polizze auto; +3,0%5).
La raccolta premi dei rami non auto, è pari a 611 milioni (+23%), in aumento rispetto a settembre 2014 e sempre più focalizzata su prodotti destinati alla clientela retail. Il combined ratio7 passa da 92,0% al 30 settembre 2014 a 92,5%, ma risulta in miglioramento rispetto al 30 giugno 2015 (93,4%). Pur in un contesto molto competitivo, il risultato tecnico del ramo R.C. auto si mantiene positivo grazie ad un costo medio del pagato ed a una frequenza dei sinistri in leggera flessione. In costante miglioramento il risultato tecnico dei rami non auto, grazie alle iniziative di ristrutturazione e rinnovamento del portafoglio poste in essere dal Gruppo negli ultimi anni, in particolare nei rami Rc generale e malattia.

Gestione Vita
Nel segmento vita la raccolta da lavoro diretto si attesta a 2.796 milioni, in leggera flessione rispetto al 30 settembre 2014 (-3,4%). Prosegue l’impegno commerciale per focalizzare il business mix verso prodotti a minor assorbimento di capitale; ne consegue una forte crescita del ramo III (+145,1%) e una contrazione invece nei rami tradizionali I e V (-16,3%). Inoltre nei primi nove mesi la quasi totalità delle nuove emissioni di polizze vita rivalutabili da parte delle società del Gruppo presenta tassi minimi garantiti pari a zero.

Gestione finanziaria e situazione patrimoniale
Il risultato degli investimenti è pari a 442 milioni (rispetto a 382 milioni al 30 settembre 2014). Gli investimenti al 30 settembre 2015 ammontano a 21.132 milioni (rispetto a 19.958 milioni al 31 dicembre 2014). Le riserve tecniche lorde dei rami danni sono pari a 3.559 milioni (3.583 milioni al 31 dicembre 2014). Le riserve dei rami vita, che comprendono le passività finanziarie, sono pari a 16.335 milioni (15.218 milioni al 31 dicembre 2014). Al 30 settembre 2015 il patrimonio netto consolidato è pari a 2.189 milioni (2.188 milioni al 31 dicembre 2014, ante distribuzione di dividendi della capogruppo e delle minoranze per circa 70 milioni). Il margine di solvibilità del Gruppo è pari a 1,96 volte il minimo regolamentare.

Rete Distributiva
La rete agenziale a fine settembre 2015 contava 1.537 agenzie (di cui 179 agenzie di Fata Assicurazioni) e gli istituti bancari che collocano prodotti del Gruppo al 30 settembre 2015 contano 5.785 sportelli.

Prevedibile evoluzione dell’attività
Si prevede che nell’ultimo trimestre perdurerà la situazione di elevata competitività del settore, in particolare per il ramo Rc auto; si conferma comunque il miglioramento dell’andamento della gestione assicurativa rilevato nei primi nove mesi, a meno di avvenimenti ad oggi imprevedibili. Complessivamente il risultato del Gruppo si ritiene possa proseguire in coerenza con gli indirizzi definiti nel Piano d’Impresa 2014-2017.

Leggi il comunicato

Cattolica Assicurazioni, utile netto consolidato in crescita del 20,5% al 30 settembre ultima modifica: 2015-11-12T15:22:32+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA