Censis e Bcc, +34,8% di garanzie per i prestiti alle Pmi

Tra giugno 2009 e giugno 2010 le banche hanno aumentato la richiesta di garanzie per concedere prestiti alle Pmi”. È quanto si legge sul “Diario della ristrutturazione del terziario” di Censis e Bcc.

Il dato più eclatante è il forte aumento della richiesta di garanzie reali da parte degli istituti di credito nella concessione di finanziamenti alle imprese, +34,8%, a fronte di un sostanziale stallo sia dei finanziamenti accordati (-1,1%), sia di quelli utilizzati (+0,4%). “Le principali cause di questo ingessamento del credito – si legge nel rapporto – sono da ricercarsi nella paura (non sappiamo ancora a che punto siamo del ciclo della crisi finanziaria e cosa ci riserva il futuro); poche idee innovative; una organizzazione che presenta ancora lacune da colmare; una normativa ancora farraginosa”.

Secondo questi dati il credit crunch lamentato dalle imprese, soprattutto piccole e medie, è stato dunque forte, ma comunque meno rilevante per le banche che in passato non avevano allentato il loro radicamento territoriale. Nell’ultimo anno il sistema delle Banche di Credito Cooperative ha visto aumentare i suoi impieghi economici verso le imprese del 6,7%, contro un aumento dell’1,7% registrato dal sistema bancario complessivo.

Leggi il Rapporto

Censis e Bcc, +34,8% di garanzie per i prestiti alle Pmi ultima modifica: 2011-01-25T08:48:20+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA