Cessioni del quinto: atto di diffida della Confsal all’Amt s.p.a. di Catania

Credito 2“Risulta, purtroppo, che le rate intrattenute sulla busta paga dei lavoratori, relative alla cessione del quinto dello stipendio, non vengono versate puntualmente (anzi, tutt’altro), a favore degli istituti finanziari che hanno erogato il prestito, cosi come avviene per le rate intrattenute a favore della società Andsai, anziché del Fondo pensione complementare Priamo”. È quanto si legge in un atto di diffida inviato dalla Confsal, Confederazione generale dei sindacati autonomi dei lavoratori, all’Amt, Azienda Metropolitana Trasporti s.p.a. di Catania, di cui dà notizia il quotidiano Catania Today.

“La Confsal diffida l’Azienda Metropolitana Trasporti – continua la nota – nella persona del rappresentate legale pro tempore, dall’adottare qualsiasi atto pregiudicante il diritto al pagamento delle rate fino a questo momento intrattenute e non regolarmente versate, conseguentemente, intima l’Amt sp.a.. ad ogni effetto di legge, a provvedere al pagamento delle somme dovute agli istituti finanziari interessati, nonché alla società Andsai e al Fondo pensione complementare Priamo, entro e non oltre 15 giorni dal ricevimento della presente. Con l’avvertenza che trascorso infruttuosamente il periodo sopra indicato si adirà l’autorità giudiziaria competente”.

Cessioni del quinto: atto di diffida della Confsal all’Amt s.p.a. di Catania ultima modifica: 2016-02-17T11:36:27+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA