Confartigianato Emilia Romagna: finanziamenti alle imprese in calo del 4%

“Il credito, o per meglio dire la sua assenza, è la più grave emergenza che si trovano ad affrontare artigiani e Pmi”. Il presidente di Confartigianato Emilia Romagna Marco Granelli ha commentato così la situazione fotografata dal centro studi dell’associazione che vede tra novembre 2011 e aprile 2012 i finanziamenti diminuiti di 26.750 milioni di euro, pari al -2,6%. Un calo quantitativo cui si accompagna un progressivo aumento dei tassi di interesse.

Con un tasso medio regionale del 7,76%, secondo il rapporto di Confartigianato, le piu’ penalizzate sono le piccole imprese, che da dicembre 2010 a marzo 2012 hanno visto diminuire i finanziamenti del 4%. Le stesse Pmi, inoltre, pagano tassi d’interesse maggiori di 223 punti base rispetto a quelli richiesti alle aziende medio-grandi. Per le imprese con meno 20 addetti, in particolare, la crescita dei tassi di interesse tra marzo 2011 e marzo 2012 e’ stata di 139 punti base.

“Il credito è linfa vitale per le imprese, soprattutto se di piccola dimensione”, ha aggiunto Granelli, che si è detto convinto della necessità di “fare uno sforzo comune per invertire questa tendenza all’assottigliamento del credito e a un peggioramento della sua qualità”.

Confartigianato Emilia Romagna: finanziamenti alle imprese in calo del 4% ultima modifica: 2012-07-19T12:13:06+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA