Confidimprese Fvg diventa confidi maggiore, l’unico del Friuli Venezia Giulia

Confidimprese Fvg LogoBanca d’Italia ha riconosciuto a Confidimprese Fvg la qualifica di confidi maggiore. Il consorzio di garanzia fidi diventa così l’unico del Friuli Venezia Giulia che potrà svolgere tutte le attività di finanziamento nei confronti del pubblico previste dall’art. 106 del Testo unico bancario, erogare fideiussioni dirette e gestire fondi pubblici di agevolazione.

“È il coronamento di un percorso a tappe avviato da anni dalla nostra cooperativa di garanzia. Dei circa 600 confidi presenti in Italia solo una quarantina verrà iscritta al nuovo Albo Unico; Confidimprese Fvg è l’unico nella Regione Friuli Venezia Giulia” ha dichiarato Roberto Vicentini, presidente di Confidimprese Fvg secondo quanto riporta il quotidiano Udine Today.

I dati di bilancio

Nei giorni scorsi l’assemblea dei soci di Confidimprese Fvg ha approvato all’unanimità, il bilancio relativo all’anno 2015 che si è chiuso con un attivo di 108.726 euro. Pollice alto, inoltre, anche per quanto riguarda il dato relativo al totale dei soci che passa dagli 11.036 del 2014 a 12.795 grazie ai 526 nuovi aderenti entrati a far parte del consorzio nel corso del 2015.

Continua la crescita dei volumi delle garanzie erogate che raggiunge i 154 milioni di euro, le quali permettono di garantire un monte affidamenti pari a oltre 333 milioni di euro, accompagnate da un fondo rischi ed un patrimonio di vigilanza eccellenti che segnano un indice di solvibilità TIER 1 pari a 20 punti.

“Anche grazie all’aggregazione di Confidi Artigiani e Pmi Trieste il nostro albero si è irrobustito con nuova linfa che darà vita ad altri rami produttivi – ha aggiunto Vicentini -. Guardiamo quindi con rinnovata fiducia al futuro che vedrà sempre di più Confidimprese Fvg fulcro del motore delle garanzie regionale e chiave per lo sviluppo economico del Friuli Venezia Giulia”.

Nel corso dell’assemblea generale del confidi è intervenuto il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia e assessore alle Attività produttive Sergio Bolzonello, comunicando la volontà di regionalizzare l’accesso al Fondo centrale di garanzia. Un’apertura che richiederà un passaggio in giunta regionale e che secondo le previsioni dovrebbe essere attuato in via sperimentale e in tempi brevi, con modalità tecniche in corso di definizione.

“Regionalizzare l’accesso al fondo – spiega una nota della Regione Friuli Venezia Giulia – è una risposta alle richieste di tutto il sistema dei consorzi di garanzia e del mondo imprenditoriale e significa in sintesi che per le pratiche di richiesta di finanziamenti bancari di importi limitati, da parte delle piccole e medie imprese (Pmi), la garanzia del Fondo di Mediocredito Centrale verrebbe veicolata per il tramite dei confidi regionali. Questo consentirebbe di favorire le micro imprese che, spesso, hanno difficoltà ad accedere al credito. La proposta nasce, dunque, nell’interesse delle imprese, soprattutto quelle più piccole.

L’intervento del vicepresidente ha messo in luce l’importante ruolo svolto dai confidi regionali a favore dell’accesso al credito da parte delle imprese. Un ruolo ancora più rilevante durante gli anni di crisi finanziaria in cui sono aumentate le difficoltà di rimborso dei prestiti da parte delle aziende.

Un’importante novità ha riguardato la conferma, anche per il 2016, del finanziamento del sistema dei confidi per 5 milioni di euro che vanno ad aggiungersi ai 5 milioni del 2015 e ai 9,8 milioni del 2014 portando, nel triennio, risorse complessive pari a circa 20 milioni di euro. Un importo rilevante, come è stato fatto notare, se il dato viene raffrontato con il triennio precedente di 5 milioni di euro”.

 

Confidimprese Fvg diventa confidi maggiore, l’unico del Friuli Venezia Giulia ultima modifica: 2016-05-17T12:20:09+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA