Contrasto al riciclaggio e alla criminalità economico-finanziaria: l’attività della Gdf nelle province di Lodi, Mantova, Bergamo, Sondrio, Brescia e Lecco

Guardia di FinanzaNel corso del 2015 la Guardia di Finanza ha svolto un’intensa attività indirizzata alla lotta contro criminalità economico-finanziaria e riciclaggio.

Nella provincia di Lecco sono stati eseguiti nell’arco dell’anno appena trascorso 57 approfondimenti di natura valutaria. Proprio da un approfondimento della specie è scaturita “Dirty Paint”, operazione nella quale sono stati denunciati due coniugi per il reato di usura. Dall’esame della documentazione bancaria dei soggetti sono emersi gli elementi che hanno confermato l’erogazione di considerevoli prestiti di denaro, restituiti poi con l’applicazione di un tasso d’interesse usuraio che varia dal 112 al 248%.

Nella provincia di Bergamo in materia di riciclaggio è stato effettuato l’approfondimento di 253 segnalazioni per operazioni sospette che hanno portato alla contestazione di n. 6 violazioni penali e n. 10 violazioni amministrative. Le indagini condotte nel settore dei reati fallimentari hanno consentito di denunciare 58 persone per bancarotta fraudolenta e sequestrare titoli esteri, autoveicoli e macchine per ufficio per un controvalore pari a 8.867.250 euro. Nel contrasto al fenomeno dell’usura sono stati verbalizzati 6 soggetti di cui 5 denunciati ed 1 arrestato. Inoltrate all’Autorità giudiziaria proposte di sequestro per oltre 34.000 Euro. In particolare nella decorsa annualità è stata conclusa una complessa indagine per usura, estorsione, esercizio abusivo di attività finanziaria e reati fiscali, che ha portato alla denuncia di 3 soggetti all’A.G., tra i quali un professionista, con l’applicazione della misura cautelare personale degli arresti domiciliari nei confronti di 1 indagato (usuraio). Le indagini hanno permesso di individuare 6 soggetti vittime di usura e di sequestrare assegni e cambiali relativi all’attività illecita esercitata per un valore complessivo di circa un milione di euro. I tassi applicati alle vittime dell’ usura (644 c.p.) andavano dal 50% al 180% del capitale prestato. Per altri 20 finanziamenti concessi, non riconducibili ad attività di usura, è scattata nei confronti del soggetto la denuncia per il reato di abusiva attività finanziaria, previsto dall’art. 132 del Testo Unico Bancario (D.Lgs 385/1993). Più in generale, nel contrasto delle violazioni al Codice Penale ed alle leggi di P.S. sono state denunciate 208 persone, di cui 6 in stato d’arresto. In materia di valuta complessivamente sono stati verbalizzati 470 soggetti e individuata valuta pari ad Euro 6.948.513. Nello specifico comparto, i controlli svolti presso l’aeroporto “Il Caravaggio” di Bergamo/Orio al Serio, in entrata e/o in uscita dal territorio nazionale, ai fini della verifica del rispetto delle norme sulla circolazione transfrontaliera di valuta, hanno permesso di verbalizzare 454 soggetti per avere trasportato valuta in eccedenza rispetto al limite consentito. I valori intercettati al seguito dei predetti soggetti ammontano complessivamente a 5.811.495 euro e la valuta sequestrata quale sanzione e/o a garanzia degli stessi ammonta a 146.321 euro. Sono stati sequestrati, altresì g. 1.024 d’oro in lingotti/placche, per un valore complessivo di euro 34.054. Pervengono, altresì, dai Reparti del Corpo operanti ai valichi di confine, numerose segnalazioni riguardanti persone residenti nella provincia di Bergamo che, fermate in uscita o in entrata dallo Stato, hanno omesso di dichiarare il possesso di denaro in contanti e/o di documenti attestanti il possesso di attività finanziarie all’estero. In particolare, nel 2015, a n. 8 di tali soggetti è stata contestata dai dipendenti Reparti l’omessa dichiarazione di investimenti finanziari posseduti all’estero e l’omesso pagamento della relativa imposta.

Nella provincia di Brescia sono stati eseguiti 65 accertamenti, che hanno coinvolto 118 persone 52 società.

Nella provincia di Sondrio sono stati eseguite 326 verifiche e controlli su oltre 300 persone.

Nella provincia di Mantova sono stati denunciati 103 soggetti.

Nella provincia di Lodi sono stati realizzati 16 indagini e 417 controlli fiscali.

Leggi i comunicati della Guardi di Finanza

Lodi

Mantova

Sondrio

Bergamo

Brescia

Lecco

 

 

Contrasto al riciclaggio e alla criminalità economico-finanziaria: l’attività della Gdf nelle province di Lodi, Mantova, Bergamo, Sondrio, Brescia e Lecco ultima modifica: 2016-03-17T21:04:29+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA