CoreLogic, prezzi delle case in aumento negli Stati Uniti con l’eccezione Idaho

Nel rapporto di CoreLogic, istituto di ricerca americano che studia l’andamento dei mercati finanziari, fornisce informazioni ai consumatori e garantisce servizi di analisi e business intelligence, si evince un aumento, mese su mese, del prezzo delle abitazioni nel mese di aprile dalla metà del 2010.

Nel complesso, i prezzi sono mediamente aumentati dello 0,7% ad aprile rispetto a marzo, anche se, anno su anno, si registra una diminuzione del 7,5% nello stesso mese di aprile, mentre a marzo i valori sono pari al -6,8% sempre a/a.

“Mentre la ripresa economica è ancora debole, il fatto che l’attività di vendita si sia mantenuta su discreti livelli, aumentando anche nel mese di aprile, è un fatto positivo – ha dichiarato Mark Fleming, chief economist di CoreLogic –. Aprile è il primo vero mese di ripresa da quando è terminato il sostegno del Governo nell’acquisto di casa. Sono tiepidamente ottimista per il futuro”.

Intanto nel North Dakota si registra la crescita record del 4,2% del prezzo delle case, una buona notizia che per chi è interessato a vendere. A seguire troviamo New York, Washington, D.C., e lo stato del Mississippi con aumenti dei prezzi che oscillano dal 3,2% all’1,4%. Un segnale positivo arriva dall’Idaho – caso unico negli Stati Uniti – con i prezzi delle case che sono crollati addirittura del 15,2%: una buona notizia per quanti sono interessati all’acquisto di una proprietà.

CoreLogic, prezzi delle case in aumento negli Stati Uniti con l’eccezione Idaho ultima modifica: 2011-06-06T17:14:41+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA