Costamagna, Cassa depositi e prestiti: “Il nostro ruolo non è salvare il sistema bancario italiano”. Su sace: “Non è privatizzabile”

Cassa depositi e prestiti Logo“Non è il nostro ruolo quello di finanziare il nostro sistema bancario, che per noi è un partner. Noi le cose dobbiamo farle assieme al sistema bancario, ma non siamo una controparte del sistema bancario, per cui, per quanto ci riguarda, come Cassa oggi non abbiamo nessun ruolo nel salvare il sistema bancario italiano, se deve essere salvato”. Così Claudio Costamagna, presidente della Cassa depositi e prestiti, ha commentato su Radio 24 il decreto salva banche.

“Sulle quattro banche – ha aggiunto Costamagna – il governo è intervenuto molto velocemente usando per la prima volta lo strumento del fondo di salvaguardia. Oggi quelle quattro banche sono pulite, perché tutta la parte bad bank è stata ‘spinoffata’. Sicuramente Roberto Nicastro, che è adesso responsabile della situazione di queste quattro banche, cercherà di metterle sul mercato e di venderle il più velocemente possibile”.

E in merito alla presenza di possibili investitori americani interessati a entrare nel settore finanziario italiano, Claudia Costamagna ha affermato: “Non credo che ci siano investitori americani interessati a rilevare le banche. Queste quattro banche sono locali e regionali e non credo che ci sia un interesse da parte delle grandi banche americane di comprare delle piccole banche regionali in Italia per cui questo sarà qualcosa che verrà gestito all’interno del mercato domestico italiano”.

Costamagna ha parlato anche della Sace, spiegando che la società “non è privatizzatile nello stato in cui è oggi. Non perché non guadagna, anzi guadagna molto bene, ma perché ha altri bisogni. Sace – ha aggiunto Costamagna- è oggi al 100% nostra, rimane nostra e anzi noi la potenzieremo perché faremo di Sace il polo dell’export. Oggi in Cassa Depositi l’export lo sopportiamo con tre cappelli diversi: Sace, Simest e la stessa Cassa. Nel nostro piano industriale che abbiamo approvato a dicembre abbiamo detto chiaramente che Sace diventerà la porta per l’export italiano in maniera tale da eliminare anche confusioni che esistono sul mercato e Sace diventerà anche lo strumento per migliorare e continuare a favorire l’export italiano”.
Costamagna, Cassa depositi e prestiti: “Il nostro ruolo non è salvare il sistema bancario italiano”. Su sace: “Non è privatizzabile” ultima modifica: 2016-01-13T11:45:47+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA