Credem, utile netto in ripresa nel terzo trimestre 2009

Il Consiglio di amministrazione di Credem, presieduto da Giorgio Ferrari, ha approvato il bilancio individuale e consolidato del terzo trimestre 2009. L’utile netto consolidato, che ha risentito della congiuntura economica negativa, è pari a 67,6 milioni di euro (167,7 milioni di euro al 30 settembre 2008, -59,7%) in ripresa rispetto ai trimestri precedenti.

I risultati confermano la solidità patrimoniale del gruppo con un core Tier 1 a 8,5% tra i più alti del sistema e una qualità del credito ai vertici del settore bancario, testimoniata da crediti in sofferenza, al netto delle rettifiche, che ammontano allo 0,76% del totale degli impieghi – si legge nel comunicato della banca-. Il gruppo Credem prosegue nella strategia di valorizzazione degli investimenti recentemente effettuati per potenziare la propria rete di distribuzione sul territorio”.

Risultati economici consolidati

Il margine di intermediazione si attesta a 711,1 milioni di euro rispetto a 757,6 milioni di euro al 30 settembre 2008 (-6,1%). In particolare il margine d’interesse è pari a 327,2 milioni di euro rispetto a 427,7 milioni di euro dello stesso periodo del 2008 (-23,5%) e risente della contrazione degli spread. Il margine servizi è pari a 383,9 milioni di euro +16,4% rispetto a 329,9 milioni di euro a fine settembre 2008. Tale aggregato evidenzia il rallentamento del calo delle commissioni da gestione ed intermediazione (-8,1%), mentre risulta sempre positivo il contributo della componente bancaria tradizionale (+16,8%). In forte crescita le commissioni relative alla distribuzione di servizi assicurativi (+29,5%) e il comparto trading che passa da 53,9 milioni di euro alla fine dei primi nove mesi del 2008 a 97,1 milioni di euro nello stesso periodo del 2009. Particolarmente significativa è la dinamica del margine da servizi nell’ultimo trimestre 2009, che ammonta a 149,6 milioni di euro, in crescita del 13,9% rispetto al trimestre precedente.

Costi operativi

I costi operativi ammontano a 500,1 milioni di euro, +6,3% rispetto a 470,4 milioni di euro del terzo trimestre 2008, ma al netto del contributo delle acquisizioni di sportelli, degli oneri di ristrutturazione e di incentivazioni all’esodo risulterebbero sostanzialmente invariati (-0,1%). Nel dettaglio le spese amministrative ammontano a 181,3 milioni di euro (+1,4% rispetto allo stesso periodo del 2008). Le spese per il personale sono pari a 318,8 milioni di euro (+9,3%) ma al netto delle acquisizioni di nuovi sportelli, degli oneri di ristrutturazione e di incentivazione all’esodo sarebbero in contrazione dell’1,4%.

Risultato lordo

Il risultato lordo di gestione si attesta a 211 milioni di euro rispetto a 287,2 milioni di euro dello stesso periodo del 2008 (-26,5%). Gli ammortamenti sono pari a 22,2 milioni di euro rispetto a 26 milioni di euro a fine settembre 2008 (-14,6%).

Ulteriori informazioni su Credem e sulle società del gruppo sono reperibili sul sito www.credem.it

Credem, utile netto in ripresa nel terzo trimestre 2009 ultima modifica: 2009-11-27T08:58:28+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA