Credito al consumo, Adiconsum: bene nuova legge. Emanare al più presto normativa secondaria di Banca d’Italia

È stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il decreto legislativo sul credito al consumo approvato lo scorso 29 luglio. Affinché la nuova disciplina sia operativa è necessaria però una normativa secondaria di Banca d’Italia. Per questo Adiconsum ne chiede l’emanazione in tempi brevi.

La nuova normativa riveste particolare importanza nel momento in cui l’indebitamento delle famiglie nel nostro Paese sta raggiungendo il livello di guardia e molte di queste rischiano di non riuscire a pagare le rate del credito” precisa una nota dell’associazione dei consumatori. Adiconsum torna inoltre a chiedere al Parlamento di varare la disciplina sul sovra indebitamento, ferma ormai da 9 anni.

Le novità
La normativa emanata in attuazione della Direttiva 2008/48/CE relativa ai contratti di credito ai consumatori porta una serie di novità per il consumatore. Tra le più significative rientrano il diritto di recesso, cioè la possibilità di recedere dal contratto di acquisto del bene entro 14 giorni; il merito creditizio, ovvero la valutazione delle reali possibilità di indebitamento del consumatore; il collegamento negoziale, il rapporto tra il contratto di acquisto e il contratto di finanziamento che in caso di estinzione del primo prevede anche l’estinzione del secondo. “Le nuove norme rappresentano senz’altro un passo avanti nella tutela dei consumatori, anche se alcune di queste non sono esaustive e dovranno essere riviste in breve tempo” commenta l’Adiconsum.

Credito al consumo, Adiconsum: bene nuova legge. Emanare al più presto normativa secondaria di Banca d’Italia ultima modifica: 2010-09-10T07:00:00+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA