Esproprio abitazioni. Interviene l’Osservatorio parlamentare sul mercato immobiliare

ImmobiliareIl direttivo dell’Osservatorio parlamentare sul mercato immobiliare si è riunito oggi a Roma, presenti i parlamentari di ogni parte politica e le associazioni di categoria.

“Il recepimento della direttiva europea in merito ai contratti di credito ai consumatori relativi a beni immobili residenziali, deve tutelare sia i consumatori che le banche – si legge in una nota dell’Osservatorio -. No, quindi a facili espropri e clausole vessatorie. L’Opmi  ha avviato in queste ore il dialogo con il governo e apprezza l’apertura di quest’ultimo a volere modificare il testo attualmente all’esame delle commissioni Camera e Senato. La ripresa, anche se parziale, del mercato immobiliare, passa anche da un rinnovato rapporto di fiducia cittadini/banche; e ciò anche attraverso corrette stime di valore degli immobili al momento dell’erogazione del credito. Il perito, persona fisica o giuridica qualificata, deve avere adeguata e riconosciuta professionalità nelle prestazioni estimative sugli immobili e deve adottare criteri standard”.

“Se occorre prestare attenzione ai cittadini per bene e dall’atteggiamento virtuoso, al verificarsi di un momento di difficoltà economica – ha sottolineato il senatore Vincenzo Gibiino, presidente dell’Opmi – è altrettanto doveroso tutelare le banche da coloro che con deprecabile astuzia non pagano i propri debiti. In tal caso è altresì d’obbligo ridurre drasticamente i tempi con i quali gli istituti di credito possono ritornare in possesso del proprio capitale: ciò attraverso procedure esecutive in tribunale snelle e veloci. È giusto che cittadini e banche abbiano entrambi delle certezze e che il rapporto tra il consumatore e il credito divenga ancora più stabile”.

Esproprio abitazioni. Interviene l’Osservatorio parlamentare sul mercato immobiliare ultima modifica: 2016-03-03T17:35:11+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA