Fed, tassi ancora fermi. Possibile rialzo a settembre

Fed

La sede della Fed a Washington

Come previsto da esperti e addetti ai lavori la Federal reserve ha lasciato i tassi di interesse fermi a un minimo storico tra lo 0 e lo 0,25%.

Al termine del direttivo di politica monetaria, la Banca centrale statunitense ha sottolineato in una nota che “alzerà i tassi di interesse quando avrà visto ulteriori miglioramenti nel mercato del lavoro e sarà ragionevolmente fiduciosa che l’inflazione tornerà verso l’obiettivo del 2%”.

Secondo la Fed l’attività economica Usa ha proseguito la sua “moderata espansione” con “robusti incrementi” nell’occupazione e una disoccupazione in calo. In questo contesto i rischi per l’economia e il mercato del lavoro “rimangono quasi bilanciati”, mentre va diminuendo il sottoutilizzo delle risorse umane.

La Fed ha comunque sottolineato che “l’inflazione continua a restare sotto l’obiettivo, in parte riflettendo i cali precedenti dei prezzi dell’energia e i prezzi delle importazioni non energetiche”.

Il dibattito sulla tempistica con cui i tassi torneranno a salire resta dunque aperto. Per molti osservatori una svolta a settembre sembra probabile, anche se al momento non vi sono elementi che la rendano inevitabile.

Fed, tassi ancora fermi. Possibile rialzo a settembre ultima modifica: 2015-07-31T12:19:03+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA