Fed: timori crescenti per l’andamento dell’economia, si allontana l’ipotesi di un rialzo dei tassi

Fed

La sede della Fed a Washington

Il rallentamento dei mercati finanziari globali dovrebbe distogliere la Federal reserve da un ulteriore incremento dei tassi d’interesse. Ne è convinto James Bullard, capo della Federal reserve di St. Louis.

“Due pilastri fondamentali che avevano sostenuto nel 2015 la normalizzazione della politica monetaria sono venuti meno – ha sottolineato Bullard -. Le aspettative d’inflazione sono diminuite ulteriormente” e “il rischio di bolle speculative nel medio termine sembra essere diminuito”.

Già a dicembre Bullard aveva sottolineato come il passo del rialzo dei tassi d’interesse, successivo al primo incremento, non avrebbe dovuto essere “automatico” come avvenne tra 2004 e 2006 quando la banca centrale Usa alzò i tassi di 25 punti base per 17 meeting consecutivi.

Dalle minute dell’ultima riunione del Fomc, il braccio di politica monetaria della Fed, emerge che a gennaio sono cresciuti i timori dell’istituto in merito ai rischi collegati a un eventuale aumento dei tassi, in una fase in cui le prospettive di inflazione sono incerte e sono aumentate le preoccupazioni in merito alle ripercussioni che la crisi che ha toccato la Cina potrebbe avere sugli Stati Uniti.

Fed: timori crescenti per l’andamento dell’economia, si allontana l’ipotesi di un rialzo dei tassi ultima modifica: 2016-02-19T10:36:15+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA