Federcasalinghe all’Abi: “Per le imprese familiari serve andare oltre le start-up”

Federcasalinghe Logo“Su 100 idee di progetti d’impresa ne sopravvive solo uno”. Così Federica Rossi Gasparrini, presidente di Federcasalinghe, nel suo discorso tenuto oggi all’Abi (Associazione bancaria italiana).

Nella sua analisi, inerente il progetto ‘Impresa Familiare’ Federcasalinghe ha individuato le cause che bloccano la prospettiva di lavoro in proprio da parte delle famiglie.

Tra queste, oltre alla poca competenza per accedere alle informazioni corrette, si aggiungono la mancanza di conoscenze per l’individuazione di un supporto nella valutazione oggettiva ed onesta del progetto, nella stesura del Busines-Plan e nell’analisi conseguente del mercato aggredibile.

In ogni caso, ha sottolineato la presidente Rossi Gasparrini “spingere l’incentivazione delle start-up innovative dei giovani è vincente come marketing e messaggio, ma sarebbe altrettanto produttivo ed importante favorire lo sviluppo di imprese familiari, al di là ed oltre il limite anagrafico”.

In definitiva Federcasalinghe propone di costituire un fondo per lo sviluppo che preveda una struttura agile, collegata via internet al territorio, che abbia come tutor l’Abi.

Federcasalinghe all’Abi: “Per le imprese familiari serve andare oltre le start-up” ultima modifica: 2015-11-27T11:07:40+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA