Gabetti: aggiornato il Piano strategico 2012-2015

Il consiglio di amministrazione di Gabetti Property Solutions S.p.A. si è riunito sotto la presidenza di Elio Gabetti per approvare l’aggiornamento del Piano strategico 2012-2015. Ad esito delle trattative intercorse con gli istituti finanziatori, si legge in una nota, il Piano, approvato dal consiglio di amministrazione in data 7 febbraio 2012 ed asseverato ai sensi dell’art. 67, comma 3, lettera d), del R.D. n. 267 del 16 marzo 1942, in data 8 febbraio 2012, è stato parzialmente modificato per includere: l’aggiornamento dei dati di partenza del Piano con i dati consuntivi al 31 dicembre 2011; il mantenimento all’interno del Gruppo della linea “Altri Business” (relativa alla gestione dei non performing loans) con modalità e termini tali da non inficiare il processo di risanamento; le modifiche alla Manovra Finanziaria intervenute a seguito della negoziazione con gli istituti di credito.

A seguito del mantenimento all’interno del Gruppo dei non performing loans (NPL), i debiti chirografari che resteranno in capo al Gruppo Gabetti si incrementeranno di ulteriori euro 11,9 milioni che verranno allocati integralmente su tale linea di business e rimborsati unicamente con i proventi netti derivanti dall’attività di gestione e recupero degli NPL. In caso di perdite, gli istituti di credito si impegnano, anno per anno, a convertire in azioni ordinarie della Società e su richiesta della stessa, crediti per analogo ammontare. Il credito residuo al 30 settembre 2018 dovrà essere dalle banche convertito in azioni ordinarie dell’Emittente entro il 31 dicembre 2018, salvo proroga del termine di rimborso.

In tal modo, si neutralizza l’effetto di tali perdite sul patrimonio netto e sulla posizione finanziaria netta della Società e del Gruppo, escludendo tale effetto anche dal calcolo dei covenant previsti nell’accordo di risanamento. Il Piano così modificato sarà oggetto di una nuova asseverazione ai sensi dell’art. 67, comma 3, lettera d), del R.D. 16 marzo 1942, n. 267.

LINEE GUIDA E OBIETTIVI TARGET DEL PIANO STRATEGICO 2012-2015

L’aggiornamento del Piano Strategico 2012-2015 prevede il raggiungimento al 31 dicembre 2015 di un Ebitda del Gruppo (esclusi i risultati della Gestione NPL) pari a 14,0 milioni di Euro, come già comunicato al mercato il 7 febbraio scorso, ed una posizione finanziaria netta consolidata (escluso il Debito NPL) negativa target pari a 18,9 milioni di euro rispetto ai 16,3milioni di Euro del 7 febbraio.

Il target relativo alla posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2015 non include l’eventuale escussione della garanzia per 8 milioni di Euro che Gabetti Property Solutions S.p.A. presterà alle banche creditrici della BU Investment in virtù degli accordi raggiunti con gli Istituti di Credito, le cui previsioni principali sono delineate nel successivo paragrafo “Accordo di Risamento del Gruppo”.

Le linee guida e gli obiettivi target al 31 dicembre 2015 delle singole linee di business restano confermati rispetto a quanto comunicato lo scorso 7 febbraio. Il Piano Strategico 2012-2015 del Gruppo Gabetti, così aggiornato, verrà inserito appena possibile sul sito web della Società e ne verrà data adeguata comunicazione al mercato.

ACCORDO DI RISANAMENTO CON LE BANCHE

Nel comunicato stampa del 7 febbraio 2012 la Società ha riportato gli elementi principali della proposta di Manovra Finanziaria sottostante al Piano. All’esito delle discussioni intervenute con gli Istituti di Credito, le principali modifiche intervenute si riferiscono:

– al mantenimento all’interno del Gruppo Gabetti degli NPL secondo le modalità e i termini di

cui sopra; sulla relativa porzione di debito matureranno interessi pari a 100Bps;

– alla facoltà degli Istituti di Credito di convertire in via anticipata, entro un periodo di 30 giorni lavorativi dalla data di efficacia dell’Accordo di Risanamento, in azioni ordinarie di Gabetti Property Solutions S.p.A. quotate sul Mercato Telematico le Azioni di Categoria B

dagli stessi detenute. La firma dell’accordo di risanamento con le banche è prevista nei prossimi giorni, successivamente all’asseverazione del Piano da parte dell’Esperto e del completamento del processo deliberativo da parte degli istituti di credito.

OFFERTA DEGLI INVESTITORI

In data 6 aprile 2012 la Società ha comunicato al mercato l’offerta vincolante ricevuta dagli Investitori Marcegaglia S.p.A. e Acosta S.r.l. nell’ambito della riorganizzazione societaria e ristrutturazione finanziaria del Gruppo Gabetti.

Tale offerta, valida fino al 10 luglio 2012, prevede l’impegno degli Investitori a sottoscrivere un aumento di capitale loro riservato per l’importo di Euro 26 milioni e di Marcegaglia a garantire la sottoscrizione di un aumento di capitale da offrire in opzione al mercato per un importo massimo di Euro 6 milioni. E’ previsto inoltre l’impegno degli stessi Investitori ad acquistare l’intera partecipazione nel capitale sociale del veicolo che controllerà la BU Investment.

Il Consiglio di Amministrazione, previo il parere favorevole del Comitato per le Operazioni con Parti Correlate, ha deliberato in data odierna l’accettazione dell’Offerta degli Investitori subordinatamente alla sottoscrizione dell’accordo di risanamento con le banche. Sarà messo a disposizione del pubblico, nei termini previsti dalla normativa, il Documento Informativo relativo alle operazioni di maggiore rilevanza con parti correlate, così come adottato dalla Consob con delibera n. 17221 del 12 maggio 2010, successivamente modificata.

Il Consiglio di Amministrazione, nell’ambito della delega ex art. 2443 del codice civile allo stesso conferita dall’Assemblea degli Azionisti del 14 marzo 2012 e a seguito dell’accettazione dell’offerta degli investitori, ha determinato in Euro 0,0512 per azione il prezzo dell’aumento di capitale sociale di complessivi euro 26 milioni riservato agli Investitori. Sulla congruità del prezzo di emissione delle nuove azioni, la società di revisione Deloitte & Touche S.p.A. emetterà il proprio parere ai sensi della vigente normativa.

Leggi il comunicato

Gabetti: aggiornato il Piano strategico 2012-2015 ultima modifica: 2012-07-11T08:06:32+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA