Generali, via libera per una compagnia vita in Vietnam

 Avrà sede ad Ho Chi Minh City, città nella quale a fine del 2009 era stato aperto un ufficio di rappresentanza.

Per l’occasione, Sergio Balbinot, amministratore delegato del gruppo, è stato ricevuto ad Hanoi dal viceministro delle Finanze, Tran Xuan Ha, alla presenza anche dell’insurance commissioner, Trinh Thanh Hoan, e dell’ambasciatore italiano in Vietnam, Andrea Perugini. “Questa autorizzazione darà un ulteriore impulso alla nostra strategia di espansione nei Paesi ad alto potenziale di crescita. L’economia vietnamita è infatti seconda solo a quella cinese per crescita del Pil, ma con una spesa assicurativa vita pari ad appena lo 0,7% del prodotto interno lordo – ha commentato Balbinot -. Ci troviamo quindi in un mercato che offre grandi opportunità per l’industria assicurativa. Ci sono tutti i presupposti affinché Generali possa diventare un player importante in questo mercato”.

Con oltre 85 milioni di abitanti, una età media di 27 anni, uno sviluppo medio del Pil dell’8% e una crescita nel 2009 del 15% dei premi assicurativi, il Vietnam è uno dei mercati a più elevato potenziale di sviluppo di tutta l’Asia. Inoltre, l’obiettivo posto dal governo vietnamita per il 2012 è di triplicare la spesa assicurativa complessiva pro-capite oggi a 16 dollari aumentando la penetrazione dei premi assicurativi complessivi sul Pil al 4,2% dall’attuale 1,6%.

Con il Vietnam saranno otto i mercati di operatività di Generali in Asia dopo Cina, Hong Kong, India, Filippine, Indonesia, Tailandia e Giappone.

Generali, via libera per una compagnia vita in Vietnam ultima modifica: 2010-10-22T08:06:02+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA