Grande consenso a Lecce per la IV tappa del roadshow “Italia per le imprese, con le pmi verso i mercati esteri”

CreditoGrande l’affluenza di pubblico per la tappa del roadshow “Italia per le imprese, con le Pmi verso i mercati esteri”, che si è tenuta oggi a Lecce.

L’inizio dei lavori è stato offerto da Alfredo Prete, presidente Camera di Commercio di Lecce che ha sottolineato come l’istituzione da lui presieduta sia da tempo proattiva nell’affiancare le politiche governative per l’internazionalizzazione. “In Puglia vengono stimate circa 4.000 imprese potenzialmente esportatrici, di cui 1.000 nella sola provincia leccese: per loro abbiamo creato uno sportello/front office per un primo orientamento nella scelta dei servizi e mercati internazionali in relazione ai propri fabbisogni di investimento e di esportazione”.

“In dieci anni il valore delle esportazioni pugliesi è cresciuto del 21% passando da 6,7 miliardi di euro ad 8,2 – ha dichiarato l’assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia, Loredana Capone -. Un balzo in avanti al quale la Regione Puglia ha contribuito scegliendo di sostenere le imprese in due modi: promuovendone l’internazionalizzazione e aiutandole a strutturarsi meglio e a mettersi in rete.  È fondamentale, però, l’accompagnamento delle istituzioni, una sfida di cui la Regione Puglia si è fatta carico in questi anni e per la quale continuerà ancora a lavorare”.

La sezione tecnica ha visto alternarsi i funzionari dei partner coinvolti nel Roadshow che hanno presentato nel dettaglio le modalità con cui sono in grado di affiancare le imprese.

Alessandra Lanza – Partner Prometeia ha offerto una panoramica sugli scenari internazionali, illustrando prospettive ed opportunità.

“Per la Farnesina, la presenza a Lecce è un’occasione importante per illustrare, in un territorio fortemente dinamico, il sostegno che le Ambasciate e i Consolati nel mondo possono fornire alle imprese nell’avvio o nel consolidamento della propria presenza sui mercati esteri. Il roadshow nel quale si inserisce l’appuntamento odierno –  ha indicato Nicola Lener, capo dell’Ufficio per l’Internazionalizzazione delle imprese al Maeci – è anche il risultato di uno sforzo congiunto delle amministrazioni e dei soggetti privati per dare un nuovo impulso all’attività di promozione e di sostegno all’internazionalizzazione, che trova il suo punto di sintesi nell’azione di coordinamento svolta dalla cabina di regia. A fronte di questo rinnovato impegno, è ancor più necessario illustrare alle imprese ‘chi fa cosa’, in quanto i ruoli e le competenze dei vari soggetti del Sistema Paese risultano ancora poco chiari, come emerge anche da un’indagine commissionata dalla Farnesina all’Istituto Doxa. Se è vero che le istituzioni sono sempre più proiettate verso le esigenze concrete delle imprese – è altrettanto importante che anche le aziende facciano maggiore ricorso ai servizi messi a loro disposizione dalla rete diplomatico-consolare, da quella dell’Agenzia Ice e dalle Camere di Commercio italiane all’estero”.

È stata quindi la volta di Antonino Laspina, direttore Ufficio di Coordinamento Marketing Ice-Agenzia: “La tappa di Lecce, la 32ma del Roadshow per l’Internazionalizzazione, riveste un carattere particolare, perché segna il passaggio in uno dei territori del Mezzogiorno che presenta interessanti dinamiche di crescita imprenditoriale. L’evento, oltre che un’occasione per un aggiornamento sugli strumenti pubblici di supporto all’internazionalizzazione e per una sessione di incontri tra organismi pubblici e imprese locali, è focalizzato anche sull’attività del Piano Export Sud, progetto promozionale sviluppato dall’Ice, su incarico del Governo e che ha visto il coinvolgimento di un considerevole numero di imprese pugliesi e dell’area di Lecce”.

A seguire Mauro Pasqualucci, responsabile Puglia Basilicata Calabria e Molise – Rete Domestica Sace e Marco Comella, funzione Desk Italia, Referente Campania Lazio e Puglia Simest hanno offerto una visione completa sugli strumenti nazionali di sostegno all’internazionalizzazione.

La sessione “Domande e risposte” e la testimonianza aziendale di successo a cura di Antonio Apollonio, enologo Apollonio Casa Vinicola ha chiuso i lavori della mattinata.

In particolare Apollonio ha raccontato il percorso di internazionalizzazione dell’azienda di famiglia.

Dalle 13.00 alle 18:00, le imprese hanno avuto l’opportunità di  incontrare i funzionari delle organizzazioni presenti, per una serie di incontri informativi individuali, per valutare insieme una strategia personalizzata per conseguire un’internazionalizzazione di successo.

Il roadshow “Italia per le Imprese, con le Pmi verso i mercati esteri” è patrocinato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ed è promosso e sostenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico. Oltre all’Ice-Agenzia, a Sace e a Simest, l’evento si avvale della collaborazione di Confindustria, Unioncamere e di Rete Imprese Italia.

Grande consenso a Lecce per la IV tappa del roadshow “Italia per le imprese, con le pmi verso i mercati esteri” ultima modifica: 2016-04-20T18:00:24+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA