Immobiliare, le prospettive del settore secondo CasaShare.it, Credipass, Fiaip, Re/Max Italia e WikiCasa

Re/Max LogoÈ internet lo strumento più utilizzato per le ricerche immobiliari. in Europa l’81% delle persone preferisce utilizzare i portali immobiliari generici per iniziare la propria ricerca della casa dei sogni e più del 65% concentra la sua ricerca utilizzando siti web di agenti immobiliari. Lo rileva l’ultima analisi condotta da Re/Max Europe in 16 Paesi.
Lo studio evidenzia che oggi i portali immobiliari generici sono al primo posto anche per quanto riguarda il tasso di successo, seguiti dalla richiesta di consigli e segnalazioni da parte di amici e parenti e da ricerche effettuate su siti web gestiti da agenzie e agenti immobiliari. Nel 76% dei casi, tramite l’utilizzo di strumenti online per la ricerca di un immobile, si trova un riscontro positivo che culmina in un acquisto. Questi dati confermano che l’innovazione tecnologica e gli strumenti di promozione e visibilità online stanno diventando, oggi, sempre di più i mezzi utilizzati anche nell’ambito del Real Estate. 
image013Negli ultimi anni, sempre più privati si improvvisano ‘agenti immobiliare self-made’, ma nella maggior parte dei casi non riescono a gestire la trattativa con successo arrivando alla corretta finalizzazione. È questo che li differenzia da un professionista dell’immobiliare che può presentarsi con un ‘biglietto da visita’ composto da conoscenza approfondita del settore, comprensione delle dinamiche dell’andamento del mercato, e competenza della materia. Nel nostro Paese, alla fine, un italiano su due che vuole acquistare o vendere un immobile sceglie di affidarsi a un agente immobiliare.
“Con la previsione di una ripresa graduale del mercato che comunque si manterrà ben sotto i livelli pre crisi – ha commentato Dario Castiglia, presidente di Re/Max Italia  gli agenti immobiliari che vogliono‎ avere successo devono necessariamente munirsi di tutti i supporti disponibili sul mercato: che questi possano derivare da un franchising di successo, da l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia, dall’uso di un portale di collaborazione, dal supporto finanziario. Il Real Estate Innovation Day vuole offrire una panoramica di quali strumenti di successo sono oggi disponibili sul mercato per dare una marcia in più alla nostra categoria”.
L’evento Real Estate Innovation Day, spiega una nota, nasce proprio dalla voglia delle aziende che operano nel settore immobiliare in diversi ambiti, di collaborare perché il cliente possa trovare nei professionisti del settore un punto di riferimento a cui rivolgersi. Per questo motivo all’incontro, svoltosi questa mattina a Roma, hanno partecipato esponenti di Re/Max Italia, Casashare.it, WikiCasa e Credipass. 
Il primo Real Estate Innovation Day ha inoltre riscontrato l‘appoggio della Fiaip, Federazione italiana agenti immobiliari professionali, il cui presidente Paolo Righi ha accettato l’invito a partecipare così da poter offrire agli ospiti la visione ‘super partes’ e istituzionale della federazione.
image012Secondo Pietro Pellizzari, fondatore di WikiCasa“la tecnologia sta rivoluzionando sempre di più anche il settore immobiliare. I clienti si evolvono grazie ai nuovi strumenti che l’innovazione mette loro a disposizione. Le informazioni immobiliari, vero valore degli intermediari, sono facilmente reperibili  e accessibili sul web. Oggi più che mai le agenzie devono offrire servizi nuovi, innovarsi e sfruttare la tecnologia a proprio vantaggio”
Concorde anche Massimiliano Pochetti, presidente di Casashare.it, che vede nella gestione delle informazioni un vero processo di trasformazione dei dati in conoscenza e non un tentativo bigotto di tornare a segretarle. La necessità quindi di adeguarsi al cambiamento è un dovere per tutti i professioni del settore. I potenziali clienti di oggi avrebbero bisogno di uno o più mediatori?  “Certamente si, ma ancor prima viene l’esigenza di essere ascoltati, seguiti e coinvolti nella speranza di riuscire a portare a compimento il progetto abitativo – ha spiegato Pochetti -. Il professionista dovrà confrontarsi e soprattutto gestire le informazioni pubbliche online al fine di ottenere o mantenere un ruolo centrale nel moderno mercato”.
“Abbiamo accolto immediatamente e favorevolmente l’invito a partecipare al Real Estate Innovation Day spinti dal titolo stesso dell’evento, che oltre a creare grandi aspettative rappresenta la principale peculiarità che contraddistingue le nostre aziende, permettendoci di superare brillantemente questi ultimi anni di recessione – ha specificato Enrico Quadri, amministratore delegato Casapass -. I temi che affronteremo durante questo Forum e i concetti che esprimeremo, sono finalizzati a dimostrare che la ripartenza del mercato immobiliare non può prescindere da un maggiore e miglior utilizzo della leva del credito”.
Oggi, attraverso la tecnologia e un marketing evoluto, Credipass e Casapass sono in grado di comunicare al consumatore e alla clientela degli operatori immobiliari, in modo efficace e pragmatico, che è giunto il momento di tornare a progettare l’acquisto della casa approfittando di un irripetibile momento di grazia del mercato del credito immobiliare. Ripresa che è stata positivamente riscontrata anche da Re/Max Italia, network immobiliare che conta oggi più di 1.400 professionisti che ogni giorno affiancano acquirenti e venditori nel delicato momento della compravendita.
“Dopo 20 anni dal suo sbarco in Italia, Re/Max continua a crescere, indipendentemente dall’andamento del mercato, grazie a sistemi, strategie, metodologie e programmi formativi che continuano a rendere il nostro gruppo innovativo – ha sottolineato Riccardo Bernardi, amministratore delegato della divisione corporate grandi clienti di Re/Max Italia -. l’incontro di oggi rappresenta un momento di condivisione di quelli che per noi si sono dimostrati essere la chiave vincente del nostro metodo come gli Open House, l’organizzazione di eventi specifici, il modello di agenzia e la vera collaborazione Mls che venti anni fa abbiamo importato direttamente dal Nord America”. 
Immobiliare, le prospettive del settore secondo CasaShare.it, Credipass, Fiaip, Re/Max Italia e WikiCasa ultima modifica: 2015-12-03T17:12:58+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA