In calo la fiducia nel mercato immobiliare nel 4Q del 2011

Il livello di fiducia dei proprietari di abitazioni nel mercato immobiliare è progressivamente sceso nel corso del 2011 raggiungendo il suo valore più basso nel quarto trimestre dell’anno passato. È quanto rivelato nell’ultima indagine relativa al real estate condotta dalla società di ricerca Zoopla. In particolare, la survey rivela che il 55% dei proprietari si aspetta che i prezzi delle case aumentino, nelle rispettive aree in cui vivono, nei prossimi sei mesi: nel terzo trimestre del 2011 questo valore era pari al 59%.

Come sempre il mercato immobiliare londinese è significativo. A Londra, infatti, sono ben il 72% i proprietari che si sono detti convinti che i prezzi medi per l’acquisto di un’abitazione cresceranno entro sei mesi: un dato che, oltre a essere molto più alto rispetto alla media nazionale, supera anche il 68% registrato nel terzo trimestre del 2011.
In linea teorica la crescita media dei prezzi è calcolata intorno al +4,7% nella prima metà del 2012, in aumento quindi rispetto al +3,6% previsto nel 3Q.
Inoltre, il 48% dei proprietari di case coinvolti nella survey ha sottolineato come il termometro che misura la salute del mercato immobiliare è da ricercarsi nell’accessibilità dei consumatori ai mutui: l’11% dei rispondenti si è detto convinto che ora è più facile ottenere un mutuo rispetto a tre mesi fa.
Nicholas Leeming, analista a Zoopla, ha dichiarato: “L’incertezza economica che regna sovrana non può non condizionare la fiducia dei consumatori circa la ripresa del mercato immobiliare. Tanto è vero che finché non giungeranno buone notizie sono convinto che difficilmente tale fiducia migliorerà e la prudenza continuerà a regnare sovrana”.
“I londinesi – ha concluso – fanno però parte di un mercato completamente diverso dal resto del Paese. A Londra, infatti, non mancheranno mai gli investitori, soprattutto stranieri, che contribuiscono ad aumentare il livello di fiducia e dei prezzi”.

In calo la fiducia nel mercato immobiliare nel 4Q del 2011 ultima modifica: 2012-01-13T11:55:19+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA