Intesa Sanpaolo emette titoli per 1,5 miliardi sul mercato internazionale

 

L’emittente corrisponderà una cedola a tasso fisso pari a 8,375%, pagabile in via posticipata il 14 ottobre di ogni anno a partire dal 14 ottobre 2010 fino al 14 ottobre 2019. Se la facoltà di rimborso anticipato non viene esercitata, la cedola a tasso variabile che verrà pagata dall’emittente a partire dal decimo anno, sarà pari al tasso Euribor a 3 mesi più un margine totale di 687 punti base per anno. Il prezzo di riofferta è stato fissato al 100%. Il rendimento alla prima data di call esercitabile nel 2019 è pari a 8,375% annuo. La data di regolamento è prevista per il 14 ottobre 2009.

I tagli minimi dell’emissione sono di 50.0000 euro e multipli.

Il titolo non è destinato al mercato retail italiano ma a investitori professionali e a intermediari finanziari internazionali, e verrà quotato presso la Borsa di Lussemburgo oltre che nel consueto mercato “Over-the-Counter”.

I capofila incaricati della distribuzione del titolo sono Banca IMI, Goldman Sachs, HSBC e JP Morgan. I rating già assegnati al debito a lungo termine senior di Intesa Sanpaolo sono: Aa2 da Moody’s, AA- da Standard & Poor’s e AA- da Fitch.

Intesa Sanpaolo emette titoli per 1,5 miliardi sul mercato internazionale ultima modifica: 2009-10-02T12:26:34+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA