Ivass, a ottobre 41 intermediari colpiti da sanzioni amministrative. Provvedimenti per 171 imprese

Ivass LogoNel mese di ottobre sono stati 41 gli intermediari e le società di intermediazione oggetto delle sanzioni amministrative pecuniarie per un valore fino a 40.000 euro attraverso le ordinanze pubblicate lo scorso 30 novembre sull’ultimo Bollettino dell’Ivass.

Questo l’elenco dettagliato dei provvedimenti:

  • L’ordinanza prot. n. 130230/15 del 5 ottobre ha disposto 5.000 Euro di sanzione a carico della SERV. A.S. di Salerno Aurelio & C. s.a.s. per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale e ricorso, nell’esercizio dell’attività di intermediazione, all’opera di due soggetti in assenza della preventiva iscrizione al RUI quali propri collaboratori;
  • 20.000 Euro di sanzione a Bruno Ciaccio per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati (Ordinanza prot. n. 130231/15 del 5 ottobre);
  • Sanzione da 40.000 Euro per Fabio Lucato, al quale l’Istituto ha contestato – attraverso l’ordinanza prot. n. 130237/15 del 5 ottobre – il mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in 39 occasioni ed il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • Gennaro Fedele è stato sanzionato con 3.000 Euro per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in due occasioni e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (Ordinanza prot. n. 130241/15 del 5 ottobre);
  • Il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale è la causa della sanzione da 1.000 Euro nei confronti di Alessandra Cannatà (Ordinanza prot. n. 139827/15 del 7 ottobre). Stessa violazione contestata, ma sanzione di 2.000 Euro, per Concetta Alessio (Ordinanza prot. n. 139829/15 del 7 ottobre);
  • L’ordinanza prot. n. 139847/15 del 7 ottobre ha disposto 3.000 Euro di sanzione a carico di Massimiliano Lombardi per – mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in due occasioni e – mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • Sanzione da 1.000 Euro, per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati, a Franco Ferretti (Ordinanza prot. n. 139849/15 del 7 ottobre);
  • Financial & Insurance Management s.r.l. (in persona del responsabile dell’attività assicurativa nonché amministratore unico Claudio Andrea La Rosa) è stata sanzionata – attraverso l’ordinanza prot. n. 139861/15 del 7 ottobre – con 3.000 Euro per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale e delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in tre occasioni.
  • 6.000 Euro di sanzione ad A.G.F. di Tognù Angela e C. s.a.s. – in persona del legale rappresentante pro tempore Angela Tognù – per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in cinque occasioni e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (Ordinanza prot. n. 149541/15 del 13 ottobre);
  • L’ordinanza prot. n. 149549/15 del 13 ottobre ha disposto 2.000 Euro di sanzione a carico di Demetrio Giudice per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • Andrea Roberto Santillo è stato sanzionato con 2.000 Euro – attraverso l’ordinanza prot. n. 158115/15 del 19 ottobre – per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in due occasioni;
  • Sanzione da 3.000 Euro a Due Assi s.a.s. di Della Tommasina Ivano (in persona del responsabile dell’attività assicurativa nonché amministratore unico Ivano Della Tommasina) per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale e delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati (Ordinanza prot. n. 158121/15 del 19 ottobre). Medesima violazione contestata aFrancesco Maria Alvino (Ordinanza prot. n. 158125/15 del 19 ottobre) e Giuseppe Crucitti (Ordinanza prot. n. 158133/15 del 19 ottobre), sanzionati rispettivamente con 2.000 e 10.000 Euro;
  • Il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale è la causa delle sanzioni disposte nei confronti di Sergio Vaccarin (Ordinanza prot. n. 158135/15 del 19 ottobre, 1.000 Euro) e Salaroli Assicurazioni s.a.s. di Oscar Salaroli e C.(Ordinanza prot. n. 159804/15 del 20 ottobre, 2.000 Euro);
  • L’ordinanza prot. n. 159807/15 del 20 ottobre ha disposto 6.000 Euro di sanzione nei confronti di Isabella Lini per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale e delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in tre occasioni;
  • 2.000 Euro di sanzione a Franco Magnano, al quale l’Istituto ha contestato il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale ed il mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati (Ordinanza prot. n. 160633/15 del 20 ottobre).
  • Maurizio Berni è stato sanzionato con 3.000 Euro per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati (Ordinanza prot. n. 160639/15 del 20 ottobre). Stessa violazione contestata, ma 1.000 Euro di sanzione, a Renzo Sartor (Ordinanza prot. n. 164141/15 del 22 ottobre);
  • Sanzione di 2.000 Euro ad Alessandro Remoto, al quale l’Istituto ha contestato il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale ed il mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati (Ordinanza prot. n. 164145/15 del 22 ottobre);
  • La mancata comunicazione all’Istituto, nei termini previsti, della cessazione di un rapporto di collaborazione è la causa della sanzione di 1.000 Euro (Ordinanza prot. n. 164146/15 del 22 ottobre) disposta nei confronti di Ventura s.a.s. di Ventura Marcello e C.;
  • L’ordinanza prot. n. 168049/15 del 26 ottobre ha disposto 39.000 Euro di sanzione a carico di L.G.D. di Lerma Giovanni e C. s.a.s. per mancato rispetto dell’obbligo di conservazione della documentazione contrattuale e di informativa precontrattuale in 20 occasioni, mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in nove occasioni e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • Matteo Nosella è stato sanzionato con 20.000 Euro, attraverso l’ordinanza prot. n. 168176/15 del 26 ottobre, per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • Il mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati è la causa delle sanzioni da 1.000 Euro disposte nei confronti diEuroguida s.n.c. di Guida Antonio (Ordinanza prot. n. 168199/15 del 26 ottobre) eSerena Service Group Società Cooperativa (Ordinanza prot. n. 169764/15 del 27 ottobre);
  • 2.000 Euro di sanzione per Debora Rigon, alla quale l’Istituto ha contestato il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale ed il mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati (Ordinanza prot. n. 170492/15 del 27 ottobre);
  • Sanzione da 3.000 Euro a carico di Salvatore Alfio Tutino (Ordinanza prot. n. 171773/15 del 28 ottobre) per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • L’ordinanza prot. n. 171786/15 del 28 ottobre ha disposto 2.000 Euro di sanzione a carico di Nazzaro s.a.s. di Nazzaro Valentina & C. per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale e mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati;
  • La mancata comunicazione all’Istituto, nei termini previsti, del cambio della sede legale è la causa della sanzione da 2.000 Euro a carico di A&A Insurance Broker s.r.l.(Ordinanza prot. n. 171791/15 del 28 ottobre);
  • Stefano Bertuletti è stato sanzionato con 15.000 Euro – Ordinanza prot. n. 171797/15 del 28 ottobre – per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in cinque occasioni;
  • 4.000 Euro di sanzione a TiAssicuro s.r.l. (in persona del legale rappresentante pro tempore Alberto Delsante) per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in due occasioni (Ordinanza prot. n. 171801/15 del 28 ottobre);
  • Sanzione di 10.000 Euro a carico di Assiumbria di Astolfi Enrico & C. s.n.c. (in persona del legale rappresentante pro tempore Enrico Astolfi) per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (Ordinanza prot. n. 172212/15 del 28 ottobre);
  • Giada De Turco è stata sanzionata con 1.000 Euro – attraverso l’ordinanza prot. n. 172277/15 del 28 ottobre – per mancata comunicazione all’Istituto, nei termini previsti, della variazione di residenza;
  • L’ordinanza prot. n. 172315/15 del 28 ottobre ha disposto 2.000 Euro di sanzione nei confronti di Alessandro Fulco per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in due occasioni. Medesima violazione contestata – ma in tre occasioni, 3.000 Euro di sanzione – a Michel Valerio (Ordinanza prot. n. 172326/15 del 28 ottobre);
  • 2.000 Euro di sanzione a Qubo Insurance Solutions s.r.l. per “mancata comunicazione all’Istituto, nei termini previsti, degli elementi informativi relativi al conferimento della carica di amministratore delegato della società, iscritta nella sezione B del RUI, ad un soggetto non iscritto in alcuna sezione del medesimo RUI”(Ordinanza prot. n. 172358/15 del 28 ottobre);
  • Sanzione da 1.000 Euro per Irene Marrasa, alla quale l’Istituto ha contestato – attraverso l’ordinanza prot. n. 172379/15 del 28 ottobre – il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • Nicola Ghiraldo è stato sanzionato con 2.000 Euro (Ordinanza prot. n. 172383/15 del 28 ottobre) per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale e mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati;
  • L’ordinanza prot. n. 175597/15 del 30 ottobre, infine, ha disposto 2.000 Euro di sanzione nei confronti di GA.EM. s.a.s. di Claudia Di Pino Greca & C. per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in due occasioni.

Sempre a ottobre l’Ivass ha disposto 171 ordinanze di sanzione amministrativa nei confronti delle imprese. Quella più colpita, sia per importo totale (267.000 Euro) che per numero di ordinanze (67) è stata UnipolSai. Seguono Generali Italia, Assicurazioni Generali, Società Cattolica di Assicurazione e U.C.I. – Ufficio Centrale Italiano.

Ivass, a ottobre 41 intermediari colpiti da sanzioni amministrative. Provvedimenti per 171 imprese ultima modifica: 2015-12-10T09:20:27+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA