IW Bank, il cda approva il bilancio 2009

Un utile netto di 3,5 milioni di euro, in diminuzione rispetto agli 11,5 milioni di euro dell’esercizio 2008. Sono i dati relativi al bilancio 2009 del gruppo IWBank approvato il 5 marzo scorso dal consiglio di amministrazione.

Al 31 dicembre 2009 l’utile netto della capogruppo si è attestato a 4,1 milioni di euro, in diminuzione del 63,4% rispetto agli 11,1 milioni di euro al 31 dicembre 2008.

Il consiglio di amministrazione ha, inoltre, deliberato di proporre all’assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo pari a 0,046 euro per azione. Il dividendo, se deliberato, avrà data di stacco 19 aprile 2010 e data di pagamento 22 aprile 2010. Il bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2009 verrà sottoposto all’approvazione dell’assemblea degli azionisti prevista per il 7 aprile 2010.

Struttura organizzativa e societaria

Prosegue il rafforzamento della struttura organizzativa derivante della maggiore articolazione del gruppo. Stefano Squeo ha assunto la responsabilità dell’area controllo rischi, mentre Giorgio MauriMatteo Meledandri che ricoprirà altri incarichi all’interno del gruppo Ubi. dell’area risorse sostituisce

La gestione economica

A livello consolidato, nell’esercizio 2009 il margine di interesse si attesta a 32,2 milioni di euro, in diminuzione del 9,1% rispetto ai 35,4 milioni di euro al 31 dicembre 2008. Le commissioni nette, pari a 35,6 milioni di euro al 31 dicembre 2009, risultano in diminuzione del 3,6% rispetto lo scorso anno (37 milioni di euro). La diminuzione è principalmente riconducibile alla perdita di un cliente rilevante della controllata InvestNet, mentre per la capogruppo risultano sostanzialmente stabili.

Il risultato netto dell’attività di negoziazione è pari a 0,5 milioni di euro (1,1 milioni di euro al 31 dicembre 2008).  L’utile da cessione di attività finanziarie disponibili per la vendita è pari a 6,1 milioni di euro (-0,4 milioni di euro al 31 dicembre 2008) per effetto delle plusvalenze derivanti dalla vendita di titoli presenti nel portafoglio AFS di IWBank.

Gli aggregati patrimoniali

I crediti verso la clientela, al 31 dicembre 2009 sono pari a 157,4 milioni di euro, in crescita di circa il 50% rispetto ai 105,2 milioni di euro al 31 dicembre 2008. Nel dettaglio, tale voce comprende impieghi alla clientela per 122,4 milioni di euro, e depositi postali, depositi cauzionali, crediti di natura commerciale e margini di garanzia presso organismi di compensazione per 35 milioni di euro. Al 31 dicembre 2009, l’ammontare della raccolta diretta da clientela è pari a 1.471 milioni di euro, in aumento del 40,0% rispetto ai 1.051 milioni di euro del 31 dicembre 2008. La Raccolta indiretta da clientela registra una diminuzione del 13,9% rispetto al dato di fine 2008, attestandosi a 2.467 milioni di euro (2.864 milioni di euro del 31 dicembre 2008).

Al 31 dicembre 2009, la banca intrattiene circa 99.000 rapporti di conto abilitati con una crescita di oltre il 9% rispetto al 31 dicembre 2008.

Il Tier 1 capital ratio al 31 dicembre 2009 è pari al 12,7% mentre il Total capital ratio risulta pari al 13,6%.

IW Bank, il cda approva il bilancio 2009 ultima modifica: 2010-03-11T08:57:39+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA