La sfida per i consulenti creditizi di vendere più Protection assicurativa

Ormai è noto a tutti che il prodotto assicurativo è indispensabile per la proposition di offerta dei consulenti creditizi. La copertura assicurativa è obbligatoria per coloro che vendono cessione del V, è strategica per tutti coloro che vendono mutui e prestiti personali.

Il canale consulenti creditizi è il secondo canale distributivo, dopo le banche, a essere più dinamico. In base all’ultima indagine NMG, i consulente creditizi intermediano circa l’11% delle polizze legate ai mutui e circa il 70% delle polizze legate ai prestiti cessione del V, con una crescita in entrambi i settori a doppia cifra sul 2009.

Non è noto invece se i consulenti creditizi sono consapevoli che il gap di protezione degli italiani sia intorno all’80% ed è estremamente elevato rispetto a quello degli altri paesi europei.

Il potenziale di vendita dei prodotti protection esiste, la sfida è di trasformarlo in un business e in un vantaggio per i clienti.

La sfida per molti consulenti creditizi è come vendere di più polizze assicurative e con maggiore successo, avendo la consapevolezza che il prodotto assicurativo genera una buona redditività e contribuisce in modo significativo alla creazione di valore per la attività delle reti di consulenti creditizi, oltre che ai clienti.

Una delle sessioni del pomeriggio durante Italy Protection Forum (Hotel Principe di Savoia, Milano) è dedicata a “Vendere Protection con Successo” (ore 15:15). Uno degli speaker della sessione è Andy Cohen, oggi ceo di Aegon a Praga, fino a pochi anni fa era senior trainer Protection presso Limra (Usa) società specializzata negli studi e nella formazione assicurativa.

Il nostro consiglio è quello di non perdervi questa sessione di IPF.

Italy Protection Forum – 19 aprile a Milano
Per registrarsi all’evento: www.italyprotectionforum.it
La partecipazione è gratuita.

La sfida per i consulenti creditizi di vendere più Protection assicurativa ultima modifica: 2011-04-13T10:07:18+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA