Le frodi sui mutui in aumento del 77% nel terzo trimestre

I tentativi di frode sui mutui sono aumentate del 77% nei tre mesi che hanno preceduto il 30 settembre in rapporto allo stesso periodo dello scorso anno. A dare la notizia è stata Experian, società che si occupa di credit risk e prevenzione di frodi.

Stando ai dati relativi al 3Q del 2011, 49 richieste di mutuo ogni 10.000 sono finalizzate alla frode: un valore, quest’ultimo, in crescita del 52% rispetto al trimestre precedente.

Nick Mothershaw, director of identity and fraud presso Experian UK & Ireland, ha dichiarato: “Più del 90% dei tentativi di frode sui mutui provengono da errori, in buona fede, di clienti che sbagliano nella valutazione della propria situazione finanziaria e fanno domanda per proprietà immobiliari che, però, non possono permettersi”.

L’indagine mostra anche che, nel terzo trimestre del 2011, 30 domande relative al conto corrente ogni 10.000 sono da ritenersi fraudolente: un dato che corrisponde al +48% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, ma a un -30% nel confronto con il secondo trimestre del 2011.

Le domande fraudolente relative ai conti di deposito sono aumentate nel terzo trimestre: +47% anno su anno e +16% rispetto al trimestre precedente. Mothershaw ha aggiunto: “I conti correnti continua a essere presi di mira e richiedono una valutazione molto attenta. A questo si aggiunge una crescita delle frodi relative ai conti di deposito. I rischi più grandi possono riscontrarsi nel pericolo di riciclaggio di denaro o per il lancio di prodotti di credito più redditizi”.

Le frodi sui mutui in aumento del 77% nel terzo trimestre ultima modifica: 2011-12-12T09:24:01+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA