Luca Matrigiani, primo eletto lista Adesso Basta: “Rimetteremo in piedi la Fondazione operando il cambiamento morale e concreto promesso agli elettori”

Matrigiani, SimediaA poche ore dalla chiusura delle urne virtuali per l’elezione dei membri dell’assemblea dei delegati che eleggeranno i 15 componenti del consiglio d’amministrazione dell’Enasarco abbiamo contattato al telefono Luca Matrigiani, primo eletto della lista “Adesso Basta”, per raccogliere le sue impressioni sulle prime consultazioni della storia della Fondazione che hanno visto il coinvolgimento diretto degli agenti.

La vostra lista ha preso 8.645 voti, molti in più rispetto ai 2.545 di “Enasarco per il tuo welfare” e ai 702 della lista Filcams Cgil. Meglio di voi ha fatto solo “Agenti per Enasarco”, con 13.556 preferenze. Siete soddisfatti?
Il risultato è assolutamente positivo. Il sentiment che avevamo avvertito durante la campagna elettorale si è trasformato, molto concretamente, in voti per “Adesso Basta”. È l’ennesima conferma che la gestione della Fondazione negli anni scorsi è stata per molti versi deficitaria e che adesso nella categoria c’è un forte desiderio di cambiamento e di trasparenza. Chi ci ha votato vuole proprio questo da noi: un cambio di rotta totale e radicale. Noi vogliamo tornare a instaurare un rapporto diretto con le persone che svolgono il lavoro di agente, tutelando gli interessi della categoria e della Fondazione e non i nostri personali.

Logo Adesso BastaQuali saranno i vostri primi passi?
È facile verificare che i nostri candidati che sono risultati eletti sono persone assolutamente estranee a qualsiasi gioco di potere. Adesso il compito che ci aspetta è quello di rimettere in piedi l’ente sulla base di principi finalmente chiari e limpidi, in linea con le mutate esigenze dei tempi che stiamo attraversando. È un compito gravoso, ed è inutile nascondere che richiederà tempo. Non abbiamo la bacchetta magica, ma siamo armati di entusiasmo, onestà e di una solida preparazione specifica. Vogliamo mettere fine all’assurda politica che ha visto per anni posizionare persone sbagliate nei posti sbagliati. Nostra ferma convinzione è che la competenza venga prima di tutto il resto nel momento in cui si è chiamati a gestire soldi di persone oneste che credono in noi.

Come si realizza il “cambiamento” che è al centro del vostro programma?
Quando scegliemmo il nome della lista, tutti concordammo sulla necessità di sceglierne uno capace di esprimere, in maniera chiara e decisa, le nostre intenzioni. Cambiare le cose in Enasarco, oggi, è un imperativo. Morale in primis, ma anche a livello pratico, perché solo tramite modifiche radicali nella gestione la Fondazione potrà rimettere al centro della sua attività gli interessi degli agenti, che come abbiamo ripetuto più volte sono i veri “proprietari” dell’ente di previdenza.

Quanto bisognerà attendere per la nomina dei membri del consiglio d’amministrazione?
Il regolamento elettorale dell’Enasarco prevede che l’assemblea dei delegati si riunisca ed elegga il consiglio di amministrazione entro 45 giorni dalla proclamazione definitiva dei risultati. A tale scopo il presidente in carica, entro sette giorni dalla data della proclamazione definitiva, provvede alla convocazione dei delegati e ne dà comunicazione mediante pubblicazione sul sito istituzionale della Fondazione.

Luca Matrigiani, primo eletto lista Adesso Basta: “Rimetteremo in piedi la Fondazione operando il cambiamento morale e concreto promesso agli elettori” ultima modifica: 2016-04-18T15:35:58+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA