Luigi Rossi, amministratore delegato We Finance: “Stiamo consolidando la struttura e investendo in tecnologia”

Rossi, We FinanceNata a seguito dell’acquisizione di Calimmaco Finance s.r.l. da parte di Requist s.r.l., Synthesis s.p.a. e Directafin s.p.a., We Finance s.p.a. è una società iscritta nell’elenco generale degli intermediari finanziari ex art. 106 specializzata nella cessione del quinto e nella delegazione di pagamento. Con l’amministratore delegato Luigi Rossi parliamo del modello di business dell’azienda, delle sfide future e dei progetti in cantiere.

Avete iniziato a erogare finanziamenti a febbraio scorso. Come sono andati questi sei primi mesi di attività?
I risultati ottenuti sono sicuramente importanti. In poco tempo la nostra macchina ha iniziato a lavorare in modo efficiente e rapido. Attualmente ci attestiamo sui 3 milioni-3,5 milioni di erogazioni al mese. L’obiettivo è quello di diventare sempre più bravi e di migliorare ulteriormente. Già oggi possiamo contare su una “bocca da fuoco” da 150-170 milioni annui. In questa prima fase abbiamo intenzione di concentrarci esclusivamente su cessione del quinto e delegazione di pagamento ma nulla esclude che in futuro la nostra attività si possa espandere e includere anche altri prodotti.

Come è strutturata la vostra rete?
We Finance si avvale dell’operato di tre soggetti in attività finanziaria, che sono appunto Requist s.r.l., Synthesis s.p.a. e Directafin s.p.a.. I collaboratori su cui possiamo contare al momento sono circa 300, operativi su tutto il territorio nazionale. I progetti prevedono una espansione della rete, che procederà parallelamente al consolidamento della struttura interna e all’aumento dei volumi.

Quali sono i vostri principali punti di forza?
Forse la cosa che maggiormente ci distingue dalla concorrenza è il fatto che la nostra attività viene portata  avanti da una “catena corta”, cosa che ci consente di avere rapporti diretti con i clienti e di provvedere alle loro specifiche necessità in tempi rapidi. A questo aggiungiamo una notevole solidità, data dal fatto che i soggetti in attività finanziaria con cui lavoriamo sono anche nostri soci.

Che progetti avete in cantiere per i prossimi mesi?
Nell’immediato futuro ci concentreremo sul consolidamento della struttura e sulla ricerca di partner bancari validi che possano supportare la nostra attività, che è in rapidissima espansione. L’obiettivo è arrivare alla fine del 2017 con una macchina perfettamente funzionante. Un altro aspetto per noi centrale è quello dello sviluppo tecnologico, che sempre più interesserà il nostro settore e che consentirà agli operatori di differenziarsi tra loro. Investire in tecnologia oggi significa portarsi avanti sul lavoro di domani. Così, ad esempio, abbiamo scelto un Crm proprietario che ci consentirà di dematerializzare i documenti e quindi di eliminare la carta, gestendo tutte le fasi di lavorazione delle pratiche per via telematica. Un altro investimento importante che stiamo facendo è quello sulla tecnologia del riconoscimento a distanza dei clienti, estremamente utile per agevolare il lavoro delle nostre strutture commerciali, per snellire le procedure interne e per abbattere i costi.

Luigi Rossi, amministratore delegato We Finance: “Stiamo consolidando la struttura e investendo in tecnologia” ultima modifica: 2016-07-22T15:51:04+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA