Massimo Brach Papa, amministratore unico Edera S.p.a.: “Puntiamo a diventare un importante player nazionale nel mercato della cessione del quinto. Per farlo scommettiamo sul web e la tecnologia”

Brach Papa, Edera“Siamo iscritti negli elenchi dell’Oam come agente in attività finanziaria. La nostra specializzazione è la cessione del quinto. Sin dal 1999 siamo attivi su internet. Dal 2005 ad oggi abbiamo investito quasi 3 milioni di euro sulla Rete, concentrandoci sulla lead generation. Nel 2013 abbiamo implementato il nostro modello di business attraverso l’apertura di nuove filiali sul territorio. Oggi ne abbiamo quattro, a Milano, Padova, Mantova e Roma, che si affiancano alla sede principale di Torino Entro la fine dell’anno, o al massimo nel primo semestre del prossimo, è prevista un’ulteriore apertura a Firenze o Bologna. Ma il futuro per noi è rappresentato soprattutto dal web e dall’aggiornamento tecnologico costante”. Nel presentare Edera S.p.a. Massimo Brach Papa ci tiene a sottolineare in primo luogo il carattere fortemente innovativo della società di cui è amministratore unico. “Per Google siamo una case history di successo: in pochi anni siamo riusciti a raggiungere un equilibrio economico-quantitativo nella lead generation unico sul mercato degli operatori finanziari. Da questo punto di vista solo pochissime aziende eroganti di primo piano nel mondo finance, con budget faraonici, sono state in grado di fare meglio di noi”.

Quali sono i vostri punti di forza?
Il punto di partenza è la nostra capacità di generare lead a costo contenuto su volumi decisamente significati attraverso attività di web marketing congiunte, adwors, social, dem, sms, ivr. La qualità produttiva si concentra soprattutto sul new business: nel 2014 solo il 4,5% dei nostri volumi è stato acquisto da portafoglio, tutto il resto è stato sviluppato su nuovi clienti. A questo si aggiungono i nostri tempi di risposta alle richieste, che sono molto bassi, la qualità delle risorse che impieghiamo, che viceversa è decisamente elevata, e la vicinanza al cliente, garantita dai nostri collaboratori sparsi in tutta Italia e, dove presenti, dalle nostre filiali. Attualmente la velocità di risposta a un’esigenza o a un desiderio di un potenziale cliente (oggi il 75% dei consumatori effettua un acquisto per impulso, a prescindere dall’oggetto e servizio acquistato) rappresenta per tutte le società consumer la vera sfida verso il mercato. Ciò vale naturalmente anche per il mondo finance. Per noi dunque è fondamentale la rapidità con la quale rispondiamo ai nostri potenziali clienti: se qualcuno ha l’esigenza di un finanziamento o un prestito, noi dobbiamo essere in grado di entrare in contatto con lui nel giro di pochi minuti. Parallelamente a questo processo di risposta abbiamo messo in piedi un’organizzazione efficiente ed efficace, che rende altrettanto rapidamente realizzabile lo sviluppo dell’operazione. Grazie ai suoi continui programmi di formazione sul personale Edera dispone di una struttura molto professionale, aggiornata ed estremamente consolidata, con un Crm proprietario che governa i processi delle attività assicurando trasparenza e riducendo i tempi di chiusura delle operazioni. Da ultimo, in questi anni la nostra presenza è stata consolidata dall’apertura di filiali sul territorio, che assicurano un presidio diretto speculare per competenze e comportamento alla direzione di Torino.

Come è strutturata la vostra rete?
In questo momento contiamo 25 collaboratori, che affiancandosi alle nostre sedi regionali ci consentono di coprire la Penisola da Nord a Sud. È in corso un programma di sviluppo della rete commerciale che dovrebbe consentirci un ulteriore rafforzamento della presenza territoriale nell’anno in corso. Puntiamo a inserire nuove risorse giovani, utilizzando lo strumento dello stage per la prima fase di apprendimento. Tutti i neo inseriti vengono affiancati e formati nei primi mesi della loro attività. Solo quando sono formati e perfettamente in regola con quanto previsto dall’Oam il rapporto cambia e diventa il classico mandato di collaborazione.

Chi si occupa della formazione?
La formazione viene gestita dall’interno per tutto quello che riguarda la vendita e gli aspetti più “tecnici” del lavoro e dell’organizzazione. Ogni giorno i collaboratori più “esperti” e risorse dirette deputate a questa delicata incombenza, me compreso, affiancano i nuovi trasferendo loro in modo pratico gli aspetti classici dell’attività. Solo in un secondo momento le nuove risorse  affiancano i nostri collaboratori sia in ufficio che all’esterno presso i clienti impossibilitati a raggiungerci. Quello che è importante è che tutte le nostre risorse oltre alle competenze professionali assimilino la flessibilità e la disponibilità al cambiamento, elementi di atteggiamento che ormai da molti anni caratterizzano  e caratterizzeranno sempre di più la nostra società. Ciò che il cliente desidera oggi è interagire con un professionista che possa aiutarlo velocemente a risolvere i suoi problemi. La tecnologia mobile ci ha aiutato molto in questo processo: come abbiamo già detto la nostra struttura ha tempi di risposta estremamente contenuti, che ci assicura un vantaggio competitivo particolarmente apprezzabile e ci consente di differenziarci dalla concorrenza. La nostra reattività peraltro non trova momenti di pausa: siamo attivi 365 giorni l’anno senza sabati o domeniche: il mercato non si ferma, e noi neanche: ogni nostro potenziale cliente riceverà sempre da Edera un riscontro, anche il giorno di Natale o il 15 di agosto.

Qual è stato il vostro bilancio l’anno scorso? E quest’anno come sta andando?
I dati Assofin certificano che negli ultimi quattro anni le erogazioni delle cessioni del quinto sono state in contrazione. Come la maggior parte delle società di questo mercato, anche noi abbiamo passato anni di difficoltà nei quali la nostra sofferenza finanziaria, e di risultati, si è però affiancata a un profondo processo di riorganizzazione, che ci ha consentito di trovare nell’ultimo periodo l’equilibrio economico che ci consentirà di affrontare con forza il prossimo futuro. Già nel 2014 abbiamo chiuso con un più 16,5%. E il 2015 è partito con maggiore intensità grazie a ulteriori interventi organizzativi: i primi cinque mesi dell’anno si sono chiusi con una crescita del 42,5%. Dovremmo arrivare alla fine di dicembre con una produzione che oscillerà tra i 33 e i 35 milioni.

Che progetti avete in cantiere?
Il nostro obiettivo è diventare un’importante e organizzata realtà commerciale su tutto il territorio nazionale, a supporto di una altrettanto importante società erogante. Nonostante le molteplici sollecitazioni, non è nei nostri piani trasformarci in una società erogante. Diversamente da molti nostri competitor, non siamo neanche interessati al plurimandato: crediamo che il rapporto di monomandato, se realmente in partnership, possa costituire per una società come la nostra il giusto percorso di crescita. La nostra attività consiste nel gestire un’enorme quantità di persone che quotidianamente ci chiedono di trovare una soluzione ai loro problemi finanziari. Lavoriamo con un unico partner, Futuro, del Gruppo Mediobanca, i numeri ci dicono che lo facciamo bene e puntiamo a farlo sempre meglio, con un traguardo preciso: diventare un importante player nazionale del mercato. In quest’ottica i nostri obiettivi sono ambiziosi, nei prossimi 5 anni vorremmo arrivare a una produzione che oscilla tra i 60 e gli 80 milioni. Ovviamente per riuscirci abbiamo bisogno di avere alle spalle una struttura che ci supporti e ci sostenga.  La relazione che ci lega a Futuro è iniziata 15 anni fa, è ormai consolidata e ne siamo molto soddisfatti sotto ogni profilo. Per i prossimi anni contiamo di continuare a crescere insieme.

Massimo Brach Papa, amministratore unico Edera S.p.a.: “Puntiamo a diventare un importante player nazionale nel mercato della cessione del quinto. Per farlo scommettiamo sul web e la tecnologia” ultima modifica: 2015-06-05T15:46:59+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA