Meeting di fine anno Pitagora, i numeri del 2010 e le sfide per il prossimo anno

Risultati 2010
Pitagora chiuderà il 2010 a circa 270 milioni di euro di volumi erogati, con un incremento rispetto al 2009 del 2%, in controtendenza rispetto al mercato della cessione del quinto dello stipendio (-14% fonte Assofin), e con una quota di mercato pari al 6,2% del CQS retail (fonte Assofin). Nel corso del 2010 l’azienda ha incrementato le sinergie con istituti bancari e società di credito al consumo attraverso il modello BusinessToPartner (business service per la cessione del quinto). Il volume d’affari sviluppato dal modello BusinessToPartner è in continua crescita ed è passato dal 25% del volume d’affari complessivo di Pitagora del 2008 al 55% del 2010. Il modello si conferma la soluzione efficace ed efficiente nell’ambito della cessione del quinto per le banche del territorio (Casse di risparmio, Banche Popolari) e per le società di credito al consumo. Ad oggi sono ben 39 i partner che utilizzano il modello BusinessToPartner di Pitagora: 22 banche, 6 società di credito al consumo e 11 altri canali finanziari (portali Web di confronto prodotti creditizi, rete assicurative, etc).

Linee guida 2011
L’attuale scenario non consente di effettuare previsioni per il mercato della cessione del quinto. Il 2011 sarà un anno di transizione dove tutti gli operatori si adopereranno per soddisfare i requisiti introdotti dalla nuova normativa sul credito al consumo. Pitagora è già pronta per il futuro grazie all’innovativo modello BusinessToPartner e alla rete diretta radicata sul territorio e prossima al cliente.


In questo contesto Pitagora ha identificato le seguenti linee guida per il 2011:

• Incremento della copertura sul territorio nazionale attraverso l’apertura di 10 nuove filiali (in particolare nel centro sud e isole) raggiungendo le 60 filiali a fine 2011. Le aperture seguiranno i rapporti con i partner, al fine di continuare a fornire il livello di servizio di eccellenza ai partner utilizzatori del modello BusinessToPartner

• Incremento del volume d’affari sviluppato dal modello BusinessToPartner attraverso il consolidamento e degli attuali partner e l’acquisizione di nuovi.

• Consolidamento degli accordi con compagnie assicurative con requisiti di rating definiti.

• Incremento del funding dedicato a target di clienti pensionati.

• Investimenti nell’ambito dell’efficienza operativa/gestionale e nel sistema dei controlli.

• Incremento della comunicazione di Pitagora in qualità di leader di mercato della cessione del quinto dello stipendio.

Meeting di fine anno Pitagora, i numeri del 2010 e le sfide per il prossimo anno ultima modifica: 2011-01-04T13:45:22+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA