Mercato Immobliare Pavia, Tecnocasa: nei primi mesi dell’anno richieste da investitori e giovani coppie

Gli investitori, si legge nell’analisi, non impiegano più di 100.000 euro e acquistano prevalentemente in zona Policlinico, Borgo Ticino e Stazione, meno in centro storico dove i prezzi sono più elevati. Sul mercato degli affitti si registra un aumento della domanda in seguito alle richieste di single e giovani coppie. Interesse anche da parte degli specializzandi nelle diverse facoltà presenti in città. L’offerta presente sul mercato è considerevole e determina maggiore riflessività da parte dei potenziali acquirenti, con trattative allungatesi a 4-6 mesi. I trilocali sono richiesti principalmente da famiglie, anche giovani, che ricercano soluzioni nuove o già ristrutturate, possibilmente in palazzi non troppo vetusti. Anche sul mercato degli affitti si registrano variazioni al ribasso, complice la notevole offerta. La domanda proviene da giovani coppie e famiglie, in misura minore da stranieri referenziati e da studenti (per la concorrenza dei campus universitari). Un bilocale si affitta a 450 € al mese, un trilocale ad almeno 500 €; sta prendendo piede il contratto concordato con una buona applicazione della cedolare secca. C’è anche una debole domanda di box auto, soprattutto in centro, dove una soluzione singola costa circa 20 mila €. La zona più ricercata è quella storica del Borgo Ticino dove ci sono case di ringhiera dei primi anni del ‘900, soluzioni semindipendenti e qualche palazzo degli anni ’60. Un buon usato si valuta mediamente 2400 € al mq, il nuovo intervento in via Milazzo (piano di recupero di vecchie cascine) presenta quotazioni di 3000 € al mq. La parte più centrale è sorta negli anni ’60-’70 ed è caratterizzata da trilocali e quadrilocali valutati tra 1400 e 2000 € al mq, a seconda dello stato di ristrutturazione. C’è anche una parte più nuova, denominata Cascina Leona: sorta a partire dagli anni ’80, quest’area è costituita da palazzi immersi in un’area verde che determina prezzi medi di 1900-2200 € al mq. Sul Lungoticino Visconti e nel centro storico è possibile acquistare soluzioni signorili, di taglio grande e dal valore intorno a 300 mila €, mentre nell’area di Porta Calcinara e viale della Libertà ci sono soluzioni che costano 2000-2400 € al mq da ristrutturare e 3800-3900 € al mq già ammodernate. A ridosso del centro si sviluppa il quartiere Ticinello, zona signorile edificata tra gli anni ’60 e ’80, con abitazioni inserite in contesti di prestigio, alcune dotate di terrazzo e vista sul Ticino, che si valutano non più di 3300-3400 € al mq. Il quartiere Policlinico è sorto negli anni ’60-’70 e, grazie alla vicinanza a Stazione, al Polo Universitario e all’Ospedale, determina acquisti di famiglie e investitori. Le quotazioni dell’usato si attestano intorno a 1500 € al mq, per una soluzione ristrutturata si spendono 1600-1700 € al mq.

San Lanfranco è un quartiere periferico ma ben servito dai mezzi pubblici e collegato al Policlinico, alla Stazione e alla tangenziale. Sviluppatosi negli anni ’80-’90, i prezzi dell’usato ammontano a 1700-1800 € al mq, quelli del nuovo si avvicinano a 2400-2500 € al mq. In questo quartiere sta nascendo un complesso di case modulari, valutate attualmente 2250 € al mq: si tratta di appartamenti dotati di box, cantina e giardino (al pianterreno) o sottotetto (primo piano), che possono essere trasformati in soluzioni più grandi con l’utilizzo di appositi moduli. Prosegue anche lo sviluppo edilizio di Polo Cravino, dove si stanno realizzando appartamenti e ville bi/trifamiliari, a prezzi che si attestano intorno a 2200 € al mq.

Nella zona di Città Giardino, nella prima parte del 2013 il mercato è abbastanza stabile; ad acquistare sono prevalentemente  genitori per i figli studenti e che mettono a reddito 70-80 mila € per appartamenti di taglio medio-piccolo (bilocali o piccoli trilocali) da concedere in locazione. In diminuzione la domanda di prima casa e di casa di sostituzione.  Per quanto riguarda la prima casa, la domanda proviene da famiglie alla ricerca della soluzione sostitutiva e giovani coppie al primo acquisto: il budget impiegato si aggira mediamente a 130 mila € (nelle zone più vicine al centro sale a 180-200 mila €), con cui ci si orienta su trilocali o bilocali di grandi dimensioni.

Sul fronte delle locazioni si assiste ad un mercato attivo alimentato da chi non riesce ad accedere al mutuo, tra cui famiglie, stranieri (soprattutto rumeni e sudamericani) e dipendenti del Policlinico e dell’Università; la presenza di studenti è calata per via dei collegi universitari sorti negli anni. Un bilocale costa 350 € al mese, un trilocale 450-550 €; il contratto più stipulato è quello a canone libero 4+4.

Il quartiere maggiormente apprezzato è Città Giardino, soprattutto l’area che si sviluppa vicino al centro, nei pressi di via Breventano, via Ludovico il Moro, via Simonetta e via Bona di Savoia. Le prime costruzioni risalgono agli anni ’50, ma se ne trovano anche degli anni ’70: se sono necessari lavori di ristrutturazione, il prezzo si aggira tra 1100 e 1350 € al mq, altrimenti sale fino a 1600-1800 € al mq. La parte del quartiere più lontana dal centro ha in via Acerbi e via Olevano le strade principali, dove i condomini degli anni ’50-’60 (dotati di ascensore) si valutano 1500-1600 € al mq. Esiste anche una fascia intermedia che si estende tra via Borgoncina, via Buzzio e via Trecourt, dove i prezzi si attestano intorno a 1200 € al mq.  

Mirabello è un quartiere periferico, dove ci sono unità indipendenti e case di corte: una soluzione da ristrutturare costa 800-900 € al mq, una già ammodernata si attesta a 1100-1200 € al mq. Sono stati completati i lavori per i nuovi appartamenti, praticamente tutti già venduti (il prezzo oscilla tra 2150 e 2200 € al mq). Non c’è una particolare richiesta di box per parcheggiare l’automobile, ma si registrano valori di 15 mila € per box usati e 20 mila € per tipologie nuove.

Nei primi sei mesi del 2013 sul mercato immobiliare di Pavia – Campari si registra un certo dinamismo in termini di domanda e ricerca soprattutto sulla prima casa. Il segmento dell’investimento è in diminuzione. Infatti i potenziali inquilini dimostrano una bassa disponibilità di spesa. Chi cerca in acquisto predilige il trilocale in buono stato realizzato tra gli anni ’60 e gli anni ’70. La zona infatti subisce la concorrenza dei quartieri meno costosi della città. Su viale Campari è possibile acquistare appartamenti in condomini degli anni ’60-’70, che si scambiano a non oltre 1500 € al mq; è stato ultimato un nuovo intervento che attualmente presenta quotazioni di 2200-2700 € al mq. A San Giovannino ci sono piccole villette bifamigliari realizzate negli anni ’50, un tempo usate da dirigenti Snia, una soluzione di 90 mq costa circa 220 mila €.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercato Immobliare Pavia, Tecnocasa: nei primi mesi dell’anno richieste da investitori e giovani coppie ultima modifica: 2013-07-09T13:01:05+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA