Monte dei Paschi di Siena: utile netto a 388 milioni al 31 dicembre

montepaschi-sienaIl consiglio di amministrazione di Banca Monte dei Paschi di Siena s.p.a. ha esaminato e approvato i risultati al 31 dicembre 2015.

Mps, si legge in una nota, chiude con un utile netto di 388 milioni con l’effetto dell’operazione Alexandria contabilizzata secondo le richieste della Consob a saldi chiusi. Dopo le anticipazioni già date dalla banca arrivano i numeri definitivi (390 milioni l’utile anticipato la settimana scorsa). Escludendo Alexandria, Mps chiude l’anno con una perdita di 112 milioni che include la posta straordinaria da 88 milioni del contributo al Fondo di risoluzione nazionale resosi necessario per il salvataggio delle quattro banche del centro Italia. Dal conto economico riclassificato spicca il calo delle rettifiche di valore sui crediti da 7,82 miliardi del 2014 a 1,99 miliardi quest’anno (-74%).

Risultati al 31 dicembre 2015

• Utile netto di esercizio a 388 milioni di euro, includendo l’effetto dovuto alla contabilizzazione a “saldi chiusi” dell’operazione c.d. Alexandria, effettuata su richiesta della Consob, pari a 500 milioni di euro. Escludendo tale effetto, il risultato netto è negativo per 112 milioni di euro anche a seguito di alcune poste straordinarie (costi di chiusura dell’operazione c.d. Alexandria e contributo straordinario al Fondo di risoluzione del sistema bancario).

• Risultato operativo lordo pari a 2.587 milioni di euro, includendo l’effetto della contabilizzazione a “saldi chiusi” dell’operazione c.d. Alexandria. Senza considerare tale effetto, il risultato operativo lordo (pari a 1.873 milioni di euro) è in crescita del 27% rispetto al 2014, grazie al positivo andamento della gestione corrente.

• Common Equity Tier 1 ratio transitional al 12% (fully loaded a 11,7%) sostanzialmente invariato rispetto al 30 settembre 2015 e sensibilmente al di sopra della soglia Srep richiesta.

• Procede il programma di gestione dei crediti deteriorati, in linea con gli obiettivi di Piano Industriale; lo stock lordo e netto dei crediti deteriorati si riduce nel quarto trimestre 2015, beneficiando del rallentamento dei flussi lordi, di una più efficace attività di recupero e della cessione di 1 miliardo di euro di sofferenze perfezionata a dicembre 2015. La copertura dei crediti deteriorati si attesta al 48,5%, sostanzialmente stabile rispetto a settembre e si conferma tra le migliori del sistema bancario italiano.

• Liquidità ampiamente positiva, come evidenziato dalla counterbalancing capacity non impegnata pari a circa 24 miliardi di euro al 31 dicembre 2015 (+8 miliardi di euro rispetto a dicembre 2014), ai massimi livelli degli ultimi 4 anni e adeguata ad assorbire la flessione della raccolta diretta determinata dal recente andamento dei mercati.

Leggi il comunicato

Monte dei Paschi di Siena: utile netto a 388 milioni al 31 dicembre ultima modifica: 2016-02-09T13:24:34+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA