Mortgage Bankers Association, l’andamento del mercato delle banche americane nel secondo trimestre

Marina Walsh, vice president of industry analysis di MBA, ha così commentato: “Contrariamente a quanto mostrano i dati che abbiamo a disposizione e che rappresentano il settore indicando una sostanziale diminuzione dei volumi di affari, le medie realizzate dalle singole società (banche e filiali) hanno segno positivo e descrivono una crescita del volume. Nel nostro report – ha chiarito Walsh – traspare come le società abbiano avuto la capacità di adattarsi meglio ai trend mostrato dal mercato dei mutui realizzando buone vendite, dopo le difficoltà notevoli in cui il settore si è trovato coinvolto alla fine del 2010”.

“Parallelamente – ha concluso Walsh – il mercato finanziario secondario (vale a dire il luogo dove sono trattati i titoli già in circolazione, che vi rimangono fino alla loro eventuale scadenza, ndr) ha mostrato un’ampia crescita rispetto al primo trimestre, in particolare per la diffusione dei bond Tesoro a 10 anni e i mutui trentennali”.

Tra tutti i dati, disponibili sul sito della MBA (www.mbaa.org), si segnala come la media dei volumi totali realizzati per singola banca sia pari a 174 milioni di dollari, in aumento rispetto ai 164 milioni relativi al primo trimestre del 2011. Secondo MBA le stime totali dell’intera industria per il secondo trimestre sono però 290 miliardi di dollari, in calo rispetto ai 302 miliardi totalizzati nei primi tre mesi dell’anno.

Mortgage Bankers Association, l’andamento del mercato delle banche americane nel secondo trimestre ultima modifica: 2011-09-09T14:16:36+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA