Mutui Uk, nel Nord del Paese più diffuso il tasso variabile

Mortgage 7Un quarto di tutto il debito residuo collegato ai mutui nel Regno Unito, pari a 897 miliardi di sterline (circa 1.086 miliardi di euro) è dovuto a immobili situati nell’area urbana di Londra. Lo ha reso noto il Council of morgage lenders.

I dati del Cml mostrano inoltre che esistono grandi squilibri a livello geografico nella distribuzione dell’indebitamento collegato ai prestiti immobiliari e che i mutuatari del Nord del Paese sarebbero maggiormente a rischio nel caso di un incremento dei tassi, avendo sottoscritto nella maggioranza dei casi finanziamenti a tasso variabile, contrariamente a quanto avviene nelle zone del Sud. Nel dettaglio, nelle regioni settentrionali la probabilità che un mutuatario abbia scelto un tasso variabile è del 78%, contro il 35% nelle regioni meridionali.

Alla Koblyakova, della School of Architecture, design and the built environment della Nottingham Trent University, che ha elaborato alcuni dei dati raccolti dal Cml, ha sottolineato che la recente crisi economico-finanziaria ha contribuito a rafforzare ulteriormente gli squilibri già esistenti, aumentando i mutui a tasso variabile richiesti nel Nord e quelli a tasso fisso richiesti nel Sud.

“È interesse del Paese che si limitino per quanto possibile squilibri come quello rilevato – ha sottolineato Koblyakova -. Questo per evitare ulteriori problemi in caso di shock economici imprevisti”.

Mutui Uk, nel Nord del Paese più diffuso il tasso variabile ultima modifica: 2014-04-10T10:03:54+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA