Mutui Usa, per Credit Suisse la Fed alzerà i tassi a giugno

Fed

La sede della Fed a Washington

Credit Suisse prevede che a giungo la Fed alzerà i tassi di interesse dello 0,25%. A riferirlo alla stampa è stata Anja Hochberg, specialista di Credit Suisse per l’Europa e la Svizzera,

Secondo l’istituto in seguito potrebbero verificarsi altri due aumenti dei tassi, di dimensioni inferiori, in autunno e inverno.

Del tutto diversa la situazione in Europa: “Non prevediamo alcun rialzo dei tassi da parte della Banca centrale europea (Bce) e della Banca nazionale svizzera (Bns) nel 2015”, ha spiegato Hochberg. La possibilità di aumenti dei tassi dovrebbe rimanere minima anche per il 2016 , mentre i primi movimenti in questo senso nell’Eurozona e in Svizzera potrebbero verificarsi nel 2017.

Nei giorni scorsi il governatore della Federal Reserve di New York, William Dudley, ha dichiarato che la Fed potrebbe anche non alzare i tassi di interesse negli Stati Uniti nel corso del 2015. Durante una conferenza tenutasi ad Abu Dhabi, Dudley ha spiegato che il ritocco dei tassi verso l’alto atteso per l’anno prossimo si verificherà solo nel caso in cui “tutto dovesse andare per il verso giusto”.

Il numero uno della Fed di New York non ha dunque escluso la possibilità di un rinvio della stretta sui tassi, dopo che l’istituto monetario statunitense ha già azzerato il programma di quantitative easing alla fine di ottobre.

Mutui Usa, per Credit Suisse la Fed alzerà i tassi a giugno ultima modifica: 2014-11-27T15:45:51+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA