National Housing Report di Re/Max: a luglio vendite di case negli Usa ai massimi dal 2008

Re/Max LogoNegli Stati Uniti il numero delle vendite immobiliari a luglio è stato il più alto di qualsiasi altro luglio dall’inizio della pubblicazione del National Housing Report di Re/Max nel 2008 ed il secondo più alto di qualsiasi altro mese, dopo giugno. Le transazioni concluse, spiega l’analisi, sono state del 3,2% inferiori a giugno, ma maggiori dell’ 11,3% rispetto a luglio 2014.

Il prezzo degli immobili è ora salito per 42 mesi consecutivi su base annua. Il prezzo mediano di 215.000 $ del mese di luglio è più alto rispetto allo scorso anno del 6,4%. L’offerta di case in vendita continua a sfidare il mercato con l’ 1% di perdita dal mese di giugno. Con l’attuale tasso di vendita, i mesi corrispondenti per la vendita a luglio favoriscono ancora i venditori con un 3,9 su una scala in cui 6,0 indica un mercato equamente diviso tra gli acquirenti e venditori.

“Nonostante il numero di vendite in luglio sia stato leggermente più basso rispetto a giugno, i numeri rimangono comunque buoni e allo stesso livello della scorsa estate. L’accesso al credito pare si stia allentando, riportando i proprietari di immobili alla ricchezza di molti altri americani. Se l’economia procede e la crescita dei salari migliora, i potenziali acquirenti e venditori dovrebbero sentirsi più sicuri ad entrare nel mercato”, ha spiegato Dave Liniger, amministratore delegato e fondatore di Re/Max.

VARIAZIONE DELLE TRANSAZIONI SU BASE ANNUA
Nelle 53 aree metropolitane intervistate per il Re/Max National Housing Report, il numero degli immobili venduti è sceso del 3,2% rispetto a giugno, ma è stato maggiore dell’ 11,3% rispetto a luglio 2014. La media dell’aumento delle vendite su base annua per i primi 7 mesi del 2015 è stata del 5,9%. Con le vendite di luglio, gli ultimi sei mesi hanno registrato il numero più alto di vendite dall’inizio della pubblicazione del Re/Max National Housing Report dal 2008 rispetto ai mesi corrispondenti. A luglio, 52 delle 53 aree metropolitane hanno registrato vendite maggiori su base annua. Solo Fargo, ND; ha registrato una diminuzione del 5,6% rispetto lo scorso luglio. Delle 52 aree metropolitane che hanno registrato un aumento, 31 di esse hanno riscontrato aumenti a doppia cifra. Le città che hanno registrato maggiori incrementi nelle vendite sono: Richmond VA +35.4%; Manchester, NH +28.7%; Augusta, ME +23.8%; Wilmington, DE +22.1%; Portland, OR +21.3%; Baltimore, MD +20.7%

PREZZI DI VENDITA SU BASE ANNUA
Di tutte le case vendute nel mese di luglio, il prezzo mediano è stato di 215.000 $. Questo dato è stato del 4,3% inferiore al prezzo medio del mese di giugno, ma del 6,4% maggiore rispetto al mese di luglio 2014. L’aumento medio del prezzo per i primi sette mesi del 2015 è stato del 7,7%. Nel confronto su base annua, il prezzo mediano è ora salito per 42 mesi consecutivi. Con la media dell’offerta che per quest’anno rimane dell’11% circa inferiore rispetto allo scorso anno, il prezzo degli immobili continua a salire. Tra le 53 aree metropolitane intervistate, 47 hanno riportato prezzi di vendita più elevati rispetto ad un anno fa, di cui 6 con incrementi a doppia cifra. Le città che hanno registrato gli aumenti maggiori nei prezzi di vendita sono: San Francisco, CA +12.3%; Miami, FL +12.2%; Boise, ID +12.2%; Manchester, NH +12.1%; Denver, CO +11.4%; Las Vegas, NV +10.5%

GIORNI SUL MERCATO
Il numero medio di giorni sul mercato di tutte le case vendute nel mese di luglio è stato di 57, solo un giorno in meno rispetto a giugno, e tre giorni in meno rispetto alla media di 60 del luglio 2014. Luglio diventa il 28° mese consecutivo che ha registrato una media al di sotto degli 80 giorni. Nei due mercati con la più bassa offerta di immobili, Denver e San Francisco, i giorni sul mercato sono stati solamente 20 e 23. La media più alta di 150 giorni è stata invece registrata ad Augusta, ME. I giorni sul mercato sono il numero medio di giorni che intercorre dalla presa di incarico alla firma del contratto.

OFFERTA DI CASE IN VENDITA
Luglio ha concluso un trend di miglioramento andato avanti per tre mesi ed ha registrato un calo dell’1% nell’offerta di immobili. Su base annua, l’offerta di luglio è stata dell’11,9% inferiore rispetto allo scorso luglio. Sulla base del tasso di vendita di case a luglio, la media dei mesi di fornitura dell’offerta era di 3,9, leggermente maggiore alla media di giugno di 3,6 mesi e poco al di sotto di quella di luglio 2014. A febbraio erano 4,7 mentre a marzo 2014 4,1. Molte metropoli continuano a registrare un numero di mesi di fornitura dell’offerta di due mesi o meno. 6,0 mesi è il valore di un mercato in equilibrio. Le città con basso numero di mesi di fornitura dell’offerta sono: San Francisco, CA 1.2; Denver, CO 1.4; Seattle, WA 1.7; Dallas-Ft. Worth, TX 1.8;Boston, MA 2.0; Portland, OR 2.0

National Housing Report di Re/Max: a luglio vendite di case negli Usa ai massimi dal 2008 ultima modifica: 2015-09-03T10:10:06+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA