Nexus presenta “Exellence first”, il piano strategico che pone al centro eccellenza, motivazione, etica e trasparenza

Nexus LogoUn tributo all’eccellenza, alla passione, alla trasparenza e all’etica. Questo il tema della convention organizzata da Nexus, società di mediazione creditizia, da Cnp Assurances e da Compass, nel Museo Nazionale Scienza e Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano.

L’evento, intitolato Excellence First”, ha mutuato la denominazione dall’ambizioso piano strategico di Nexus, il cui obiettivo primario è la ricerca dell’eccellenza in ogni ambito e segmento dell’azienda. Roberto Rasia Dal Polo, conduttore, formatore e giornalista e Girolamo Chiaromonte, responsabile marketing di Cnp Italia, sono stati gli organizzatori della singolare giornata.

Con il suo coinvolgente stile Rasia Dal Polo ha raccontato l’eccellenza riportando la storia di Jury Chechi, il “Signore degli anelli”, uno sportivo di straordinaria abilità che ha lavorato con sacrificio per raggiungere l’eccellenza. Dopo innumerevoli trionfi, nel 2000 un grave infortunio interrompe la preparazione per le olimpiadi di Sydney portando il campione alla decisione del ritiro dal mondo sportivo. Nel 2003 però, per una promessa fatta al padre malato, Chechi torna ad allenarsi in vista delle olimpiadi di Atene dove ha l’onore di essere il portabandiera della rappresentanza italiana durante la cerimonia di apertura. Nella finale olimpica di specialità degli anelli del 2004, Jury Chechi conquista un’inaspettata medaglia di bronzo; aveva 34 anni.

Rasia Dal Polo ha poi portato sul palco un’altra storia di eccellenza e motivazione: quella del Bar Tender Claudio Perinelli, vincitore World Class 2016, la prestigiosa competizione internazionale che lo ha visto superare oltre 18mila partecipanti da tutto il mondo. Il bar tender più famoso d’Italia ha deliziato la platea con la preparazione di alcuni cocktail.

Soddisfatta e compiaciuta per le per le intense emozioni che la giornata le ha riservato, Angela Giannicola, amministratore unico della Nexus: “Abbiamo voluto organizzare questo evento originale e scelto la cornice del museo della Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci non solo perché molto suggestiva, ma perché è una grande emozione vedere come l’uomo Leonardo si sia espresso nell’innovazione e nell’anticipazione dei tempi. Non volevamo creare un evento autocelebrativo, ma mostrare concretamente cosa sia l’eccellenza. Fare bene le cose giuste, nella nostra professione si concretizza nel trasferire valore reale al cliente. Nexus crede nel valore delle norme e siamo certi che attenersi ad esse rappresenti un vantaggio competitivo. Oggi mi ha emozionato ripercorrere la storia di Jury Chechi, ho potuto ammirare il percorso professionale di Perinelli, straordinaria e toccante la testimonianza del maresciallo Rapone, tutti simboli di eccellenza. Abbiamo voluto così sottolineare l’importanza della passione e della motivazione, dell’impegno e della fatica, tutti ingredienti necessari al raggiungimento degli obiettivi anche nel nostro ambito lavorativo e quando i risultati sono carichi di questa emozione permettono di godere di una grande soddisfazione. Le performance economiche sono una naturale conseguenza e non il presupposto del nostro agire. Qualità, trasparenza, etica e senso di responsabilità verso clienti, verso collaboratori e verso partner bancari e assicurativi. Nexus vince perché riesce a coniugare questi Valori e a crescere anno dopo anno, perché noi lavoriamo tutti insieme, perché crediamo nella nostra fatica e per questo siamo distintivi nel mercato”.

Nel 2015 Nexus è stata insignita del Premio dei Consumatori per la Correttezza e la Trasparenza.

Corrado Mamotti, direttore commerciale di Nexus, ha quindi presentato il piano strategico della società per il triennio 2016/18 intitolato “Exellence first”. “Il nostro piano di sviluppo pone al centro l’eccellenza. Lavorare per il raggiungimento di questo obiettivo è un fattore che investe tutti gli ambiti aziendali: la gestione delle risorse umane, il modello organizzativo, i processi, il modello distributivo. Il nostro obiettivo è creare il TeamOne di Nexus, composto da 100 credit planner che siano capaci di coniugare elevate performance individuali con i concetti di etica, responsabilità, trasparenza nei servizi al cliente, selezionare quindi le migliori professionalità della mediazione del credito. L’eccellenza è una fonte di slancio che produce performance e vantaggio competitivo, l’impegno in questa direzione a lungo termine definisce il migliore posizionamento per l’azienda e per il collaboratore, determina quella logica in grado di ‘deliziare’ il cliente”.

Il tema che si è voluto affrontare nella giornata odierna – ha sottolineato Rasia Dal Polo – riguarda come raggiungere l’eccellenza attraverso passione, motivazione, etica e trasparenza. In questo settore non è raro incontrare invece persone sleali che pensano solo al facile guadagno. La motivazione non si crea, ma credo che tutti ne abbiamo un pochino. Allora bisogna lavorare con sacrificio e impegno per coltivarla. Nexus ha vinto due premi proprio in questo ambito a testimonianza della enorme attenzione che pone su questi temi. Occorre avere una visione di lungo termine perché per vincere domani devi essere trasparente e onesto oggi. Ed è proprio questo ciò che vuole Nexus”.

Siamo orgogliosi – ha affermato Girolamo Chiaramonte, responsabile marketing Cnp Italia, – di aver contribuito attivamente alla realizzazione dell’evento lancio del piano strategico di Nexus. La giornata di oggi verte sulle eccellenze, con delle parentesi dedicate ai risultati raggiunti dalla società e alla premiazione dei collaboratori di Nexus che si sono distinti. Il progetto Excellent first è volto a raccogliere 100 mediatori del credito che siano in grado di performare nel mercato. I 100 migliori, il top della rete, che operino nel segno dell’onestà operativa e forniscano servizi a valore aggiunto per il cliente. Ed è qui che la politica di Nexus si sposa con quella di Cnp, che seleziona rigorosamente i suoi partner commerciali perché non vuole sposare il proprio nome con reti che operano borderline. La mission di Cnp è quella di offrire al cliente un prodotto valido affinché si possa creare un rapporto duraturo e fidelizzato. Se si vende male un prodotto, tra il cliente e la compagnia prima o poi nasceranno dei problemi ed è quello che noi non vogliamo”.

Durante l’evento Arcadio Pasqual, country manager di Cnp Assurances ha fra l’altro anticipato l’imminente lancio della nuova polizza Income Protection il cui nome, al momento, è riservato.

In rappresentanza di Compass, uno dei più importanti partner di Nexus, è poi intervenuto sul palco Fabio Santoro, responsabile rete agenti e mediatori. Dopo aver esposto i risultati raggiunti da Compass nel 2015, Santoro ha spiegato che: “Eccellenza vuol dire generare profitto creando valore attraverso l’etica e la trasparenza. Occorre cercare una redditività sostenibile, ossia una crescita mirata alla creazione di un valore sostenibile; ciò significa che se si lavora bene si crea valore. Il mercato è in ripresa e Compass chiude il 2015 con 5,9 miliardi di finanziato, di cui 3,18 di prestiti personali. Cresciamo anche grazie a Nexus. I momenti bui degli ultimi anni sembrano alle spalle, ora occorre cavalcare insieme la crescita”.

Infine, la straordinaria partecipazione dell’Arma dei Carabinieri. Giancarlo Rapone, luogotenente nei Corpi Speciali, attraverso una testimonianza ha ripercorso la sua esperienza di oltre 11 anni di agente “infiltrato” in organizzazioni criminali internazionali, richiamandosi a valori molto forti quali senso del dovere, attaccamento alla bandiera, spirito di sacrificio ed enorme passione, che gli hanno consentito di raggiungere straordinari risultati nella professione e in particolare nelle indagini spesso pericolose da lui condotte, sacrificando certo moltissimo della vita privata, propria e dei propri cari. Ciò che ha colpito della sua testimonianza è che, enfatizzando l’esito felice delle sue indagini, che culminavano con l’arresto di esponenti dei vertici di associazioni criminali, mettendo più volte a serio repentaglio la propria vita, le celebrazioni dei suoi successi avvenivano mantenendo l’anonimato sul suo nome, straordinario esempio di quanto il luogotenente Rapone fosse spinto ad agire perché sentisse forte la motivazione a fare le cose giuste e non certo per l’ambizione di derivarne fama e vantaggi economici.

Nexus ha voluto così richiamare l’attenzione di tutti i presenti all’evento “sull’anoressia di valori, di interiorità, di etica” di alcune tendenze del settore, con l’obiettivo di rinvigorire l’impegno del proprio gruppo a opporsi a queste diffuse metodologie. L’amministratore Giannicola ha quindi salutato i presenti: “Amate il vostro lavoro, fate bene le cose giuste, facciamole insieme con passione, dedizione, senso di responsabilità e ferrea determinazione”.

Nexus presenta “Exellence first”, il piano strategico che pone al centro eccellenza, motivazione, etica e trasparenza ultima modifica: 2016-03-01T15:10:33+00:00 da Valentina Petracca

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA