Nomisma, De Nardis: “Il dato Istat sull’aumento della fiducia conferma una sconnessione tra Paese reale e dinamiche politiche”

Incertezze, fibrillazioni e telenovele del quadro politico non hanno inciso più di tanto sul clima di opinione delle famiglie, che ha anzi proseguito, in settembre, nel trend di miglioramento in atto dalla scorsa primavera ”. Così Sergio De Nardis, capoeconomista della Nomisma, ha commentato i dati Istat sull’aumento del grado di fiducia dei consumatori italiani.“Sono principalmente i giudizi sulla situazione corrente, sia personale che generale, a salire in modo significativo, mentre si indeboliscono le aspettative sul quadro economico futuro, su cui è presumibile che più influisca l’incertezza.

L’erosione di fiducia riguardo al futuro è comunque limitata, soprattutto se si tiene conto del bombardamento di titoli di giornali e media sui grandi rischi del quadro politico.

La fiducia delle famiglie di settembre, oltre a un dato favorevole per la ripresa dei prossimi mesi, è interpretabile come un nuovo segnale di sconnessione tra paese reale e dinamiche politiche”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Nomisma, De Nardis: “Il dato Istat sull’aumento della fiducia conferma una sconnessione tra Paese reale e dinamiche politiche” ultima modifica: 2013-09-26T07:33:32+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA