Nuovo albo intermediari, dalla Banca d’Italia alcuni chiarimenti sul codice “Tipo intermediario”

Banca d'Italia Logo 2La Banca d’Italia ha pubblicato alcuni chiarimenti sul codice “Tipo intermediario” per gli intermediari iscritti nel nuovo Albo di cui all’art. 106 del T.u.b..

Con l’emanazione del decreto del ministro dell’Economia e delle Finanze del 2 aprile 2015, n. 53, e della circolare della Banca d’Italia 3 aprile 2015, n. 288, è entrata a regime la riforma del Titolo V del decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385 (T.u.b.), introdotta dall’art. 7 del decreto legislativo 13 agosto 2010, n. 141.

La riforma prevede:

– l’istituzione di un albo (c.d. Albo Unico), in cui vengono iscritti gli intermediari finanziari disciplinati dall’articolo 106 del T.u.b.;

– un regime transitorio di 12 mesi (disciplinato dall’art. 10 del decreto legislativo 13 agosto 2010, n. 141) volto ad assicurare l’ordinato passaggio dal vecchio al nuovo regime normativo.

Ai fini delle registrazioni nell’Archivio unico informatico disciplinato dal provvedimento della Banca d’Italia 3 aprile 2013 i codici tipo intermediario previsti dall’Allegato 3 del provvedimento verranno attribuiti nel seguente modo:

– gli intermediari iscritti nell’Albo Unico si avvarranno del codice che l’Allegato 3 assegna agli intermediari finanziari iscritti nell’Elenco Speciale previsto dall’art. 107 del T.u.b. in vigore prima del decreto legislativo 13 agosto 2010, n. 141 (codice “tipo intermediario 11”);

– fino alla scadenza del periodo transitorio previsto dall’art. 10 del decreto legislativo 13 agosto 2010, n. 141 (12 maggio 2016): i) gli intermediari iscritti nell’Elenco Generale previsto dall’art. 106 del T.u.b. in vigore prima del decreto legislativo 13 agosto 2010, n. 141, continueranno a usare il codice “tipo intermediario 13” ( 1 ); ii) gli intermediari iscritti nell’Elenco Speciale previsto dall’art. 107 del T.u.b. in vigore prima del decreto legislativo 13 agosto 2010, n. 141, continueranno ad avvalersi del codice “tipo intermediario 11”.

Leggi il comunicato della Banca d’Italia

Nuovo albo intermediari, dalla Banca d’Italia alcuni chiarimenti sul codice “Tipo intermediario” ultima modifica: 2016-02-05T20:18:30+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA