Pmi: Das, Italia maglia nera in Europa per la riscossione dei crediti dalla Pa. Nuove risposte dal mondo assicurativo

In Italia una piccola azienda o un libero professionista devono attendere in media più di 6 mesi per recuperare dalla Pubblica Amministrazione i soldi loro dovuti per servizi erogati e lavori svolti. Solo nell’ultimo anno si è accumulato un ulteriore mese di ritardo nei pagamenti rispetto ai termini contrattuali stabiliti. Questo fa del nostro il peggior paese europeo per i tempi di recupero crediti.

La notizia arriva da Das, compagnia di Alleanza Toro specializzata nella tutela legale, che ha analizzato il fenomeno in occasione del lancio sul mercato di Difesa Business, una linea di prodotti dedicata a pmi e professionisti che fornisce assistenza e difesa legale per gli inconvenienti legati alla gestione dell’attività.

Il confronto con l’Europa
A fronte dei 186 giorni necessari in Italia per recuperare i crediti nei confronti della Pubblica amministrazione, ne occorrono solo 24 giorni in Finlandia ed Estonia, 33 in Lettonia, 35 nella Repubblica Ceca e 36 in Germania. Alle spalle dell’Italia con un mese in meno di attesa ci sono Grecia e Spagna.

Pagamenti da altre aziende
Si soffre, leggermente meno, anche per riscuotere i pagamenti da altre aziende: oltre 3 mesi (96 giorni inclusi quelli di ritardo), secondo i dati di Das. Pure in questo caso l’Italia è in coda insieme a Spagna (98 giorni) e Grecia (105 giorni) con pochi giorni di differenza in meno. L’esempio “virtuoso” arriva ancora una volta dai Paesi scandinavi. La Finlandia batte tutti con 27 giorni di attesa per poter riscuotere e di questi solo 7 sono i giorni di ritardo sui tempi contrattuali fissati. Non sono da meno Norvegia, Islanda e Svezia rispettivamente con 29, 34 e 35 giorni. Un buon esempio è offerto anche dalla Germania con 35 giorni.

La proposta assicurativa
Sempre più in difficoltà, gli imprenditori cercano tutela nel mondo assicurativo, spinti anche dalle lungaggini che caratterizzano le procedure giudiziarie. “La soluzione di un contenzioso economico nei vari gradi giudizio dura mediamente più di 3 anni e mezzo, collocandoci agli ultimi posti nel mondo” afferma Roberto Grasso, direttore generale di Das Italia. È per questo piccole imprese e liberi professionisti chiedono un’adeguata assistenza legale nel recupero dei crediti: “Da una recente ricerca che abbiamo commissionato oltre il 70% degli imprenditori e il 78% dei liberi professionisti interpellati vorrebbe avere una polizza di tutela legale per gestire il recupero dei crediti”.
Per questo Das ha proposto Difesa Business, che si compone di 10 coperture studiate appositamente per le varie tipologie di impresa (Difesa azienda, Difesa impresa edile, Difesa artigiano, Difesa attività commerciale, Difesa impresa agricola, Difesa condominio, Difesa albergo, Difesa professionista) e per singole figure aziendali (Difesa dirigenti&quadri e Difesa amministratori di società). Completa la linea Difesa al volante per la tutela delle aziende nell’ambito della circolazione stradale. Il pacchetto base di garanzie offre un ventaglio di coperture capaci di assicurare una difesa legale altamente qualificata in ambito penale e civile.

Pmi: Das, Italia maglia nera in Europa per la riscossione dei crediti dalla Pa. Nuove risposte dal mondo assicurativo ultima modifica: 2010-08-27T07:51:24+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA