Prestiti, Banca d’Italia: ad aprile calo del 2,3% per quelli al settore privato

Secondo il dossier ad aprile i tassi di interesse sui prestiti alle famiglie per l’acquisto di abitazioni sono stati pari al 3,95% (3,90% a marzo); quelli sulle nuove erogazioni di credito al consumo sono diminuiti al 9,48% (9,64% a marzo). Parallelamente i tassi d’interesse sui nuovi prestiti alle società non finanziarie di importo inferiore a 1 milione di euro sono stati pari al 4,39% (4,36% nel mese precedente); quelli sui nuovi prestiti di importo superiore a tale soglia sono cresciuti al 3,12% (2,93% a marzo). I tassi passivi sul complesso dei depositi in essere sono rimasti sostanzialmente stabili all’1,14% (1,16% a marzo).

Per quanto riguarda le sofferenze bancarie, il tasso di crescita annuo è risultato pari al 22,3% rispetto al 21,7% di marzo.

Infine l’ammontare dei titoli di Stato in mano alle banche italiane ha toccato un nuovo massimo storico, pari a 378,040 miliardi rispetto ai 362,883 miliardi registrati a marzo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Consulta il supplemento al bollettino statistico

Prestiti, Banca d’Italia: ad aprile calo del 2,3% per quelli al settore privato ultima modifica: 2013-06-07T12:42:56+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA